17, Luglio, 2024

Aspiranti baby-sitter, ecco il corso di formazione: dà diritto all’iscrizione sull’Albo ufficiale

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Fino al 5 maggio è aperto il bando della Conferenza per l’istruzione e il lavoro: gli interessati possono partecipare al percorso formativo e iscriversi quindi all’Albo delle baby-sitter della zona Fiorentina Sud-est, che comprende il Valdarno fiorentino

Un corso di formazione gratuito per aspiranti baby sitter, organizzato dalla Conferenza per l’educazione, l'orientamento e il lavoro della Zona Fiorentina Sud-est: una opportunità resa possibile dai finanziamenti della Regione Toscana che ha come obiettivo l’aggiornamento dell’Elenco Zonale dei baby sitter per bambini dai 0 ai 6 anni. 

Si tratta di un modo per fornire ai genitori la possibilità di rivolgersi a personale qualificato, da contattare attingendo ai nominativi presenti in elenco. I baby sitter interessati possono presentare domanda di ammissione ai percorsi formativi entro le ore 12,30 di venerdì 5 maggio, consegnando l’apposito modulo presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Impruneta oppure inviandolo a mezzo raccomandata A/R o tramite posta elettronica certificata (all’indirizzo comune.impruneta@postarcert.toscana.it).

Per partecipare, occorre essere residenti o domiciliati in uno dei Comuni della Zona Fiorentina Sud-est, compresi anche i comuni del Valdarno fiorentino: Figline e Incisa, Reggello e Rignano. Necessario anche essere maggiorenni, non aver riportato condanne penali né avere procedimenti penali in corso, essere in possesso di almeno un titolo di studio ad indirizzo pedagogico o psicologico. I candidati giudicati idonei saranno ammessi al corso di formazione a frequenza obbligatoria, a cui seguirà l’iscrizione all’albo zonale, che rimarrà valido per due anni. 

Per i residenti in Valdarno, le lezioni si terranno presso la biblioteca comunale “Marsilio Ficino” di via Locchi, a Figline, il 18 maggio, il 29 maggio e il 14 giugno, in orario 16.30-19.30. A curare i pomeriggi formativi saranno alcuni degli esperti che compongono il Coordinamento pedagogico zonale, che affronteranno tematiche di carattere pedagogico ed educativo attinenti al gioco, alla lettura e alle pratiche di cura.  

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio Istruzione del proprio Comune, i bandi sono disponibili anche sui siti dei comuni (ad esempio a questo link per il comune di Figline e Incisa). 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati