14, Luglio, 2024

Aquila: pari, rimpianti e proteste nel big match contro il Bibbiena

Più lette

Finisce zero a zero la brutta partita giocata oggi al Brilli Peri. Montevarchini infuriati per gli errori dell’arbitro. Una sola vera occasione per parte. Alla fine il risultato accontenta solo gli ospiti che rimangono al comando

Finisce zero a zero la brutta partita tra l’Aquila Montevarchi e la capolista Bibbiena. Gara frammentata e nervosa che ha come protagonista l’arbitro Marino di Formia. I tifosi rossoblù gli avrebbero risparmiato volentieri il lungo viaggio, fatto sta che il Montevarchi trova l’unico tiro nello specchio solo in pieno recupero e, al netto delle (tante) decisioni sbagliate del direttore di gara, non è così che si vincono le partite.

Maglia verde per il Montevarchi che lascia indossare il rossoblù alla squadra ospite con la quale condivide i colori sociali. Bartoli nell'inedito ruolo di terzino sinistro, Renzi e Nofri che dopo pochi minuti si scambiano la posizione sugli esterni del centrocampo. Tante interruzioni e nulla da segnalare nella prima mezz'ora. Al 31' cross teso dalla destra di Pasquini, Sguera ci va di testa e sfiora il palo. Nient'altro in un primo tempo in cui è il direttore di gara al centro delle attenzioni del pubblico di casa per una serie di decisioni discutibili. Ma il bello aveva ancora da venire.

Al 3' della ripresa grande occasione per il Bibbiena ed è solo grazie al portiere Bobini, reattivo dopo 50 minuti di inattività, se il Montevarchi non si trova in svantaggio: conclusione dall'interno dell'area di Biagi a chiusura di un bel contropiede e grande risposta in torsione dell'estremo rossoblù. Due minuti più tardi il misfatto più contestato: per qualche ragione l'arbitro guarda a bordo campo invece che sul rettangolo di gioco e "becca" Cuccoli, ancora tra le riserve, che si era allontanato qualche metro al di fuori dall'area tecnica per il riscaldamento, forse per un bisogno fisiologico. È rosso diretto per l'attaccante montevarchino, decisione rigorosa in termini di regolamento ma mai vista su un campo di calcio. Poco più tardi rigore negato a Sguera che si lascia innerovsire e commette un fallo di reazione sanzionato col giallo. Diffidato, salterà la prossima sfida. Il Montevarchi si rivede al 30’ con una punizione di Mannella che finisce alta di poco e infine in pieno recupero, con l’unico tiro nello specchio dell’intera gara, un’incornata all’angolo basso di Renzi che Poponcini riesce a neutralizzare in allungo. Finisce zero a zero, un risultato che accontenta solo gli ospiti, arrivati col preciso piano gara di difendere il pari iniziale e bravi a riuscirci.

Al Montevarchi resta il rammarico di non aver saputo pungere né approfittare dell’assist servito dall’Arno Laterina che intanto superava il Soci, secondo in classifica, spalancando le porte del possibile ritorno in vetta. Con quattro gol segnati in sei partite è difficile però sperare in qualcosa di meglio dell’attuale terzo posto. Serve un cambio di passo e forse di modulo. Picchioni ha una settimana per pensarci prima dell’insidiosa trasferta a Subbiano.

Articoli correlati