02, Marzo, 2024

Sprint finale per Ricasoli, c’è il progetto per il Versante sud. Ora l’assegnazione dei lavori, poi il cantiere

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Entro la fine dell’anno dovranno essere già a lavoro le ruspe, a Ricasoli: lo impongono i tempi del finanziamento regionale da 500mila euro. Il comune ha contribuito con uno stanziamento per altri 210mila euro. Il bando sarà aperto fino al 14 novembre, poi l’assegnazione dei lavori e il via

Saranno già al lavoro entro dicembre, gli operai a Ricasoli. Perché i tempi dettati dal finanziamento regionale sono strettissimi: il 40% dell'avanzamento dovrà essere rendicontato entro il 31 dicembre 2016. Insomma, una corsa contro il tempo per non perdere fondi preziosi, per eseguire i lavori in particolare sul versante sud, quello mai toccato finora. 

Nel complesso, i lavori hanno un budget di 710mila euro, salvo ribassi a gara. Il comune aveva operato con una variazione di bilancio per coprire la sua quota, i 210mila euro mancanti. I soldi ci sono, il progetto anche, ha spiegato il vicesindaco Luciano Bucci: "Gli uffici hanno lavorato in fretta, con rilievi fatti anche con droni, hanno completato i progetti e venerdì scorso la giunta in seduta straordinaria ha approvato il progetto definitivo. Dal 26 ottobre sarà aperto il bando di gara: le ditte avranno 18 giorni di tempo per presentare le offerte. L'apertura delle buste è prevista il 15 novembre. Abbiamo fatto l'impossibile per stare nei tempi, e contiamo di riuscirci". 

 

Nel versante sud, dove i residenti hanno già messo a disposizione le proprie aree di pertinenza per consentire l'apertura del cantiere, si interverrà sia con ingegneria naturalistica che civile: in particolare, il versante sarà messo in sicurezza con due "berlinesi", una sorta di paratia con micropali tiranti che funzionano da collante e rinsaldano così il terreno, proprio in adiacenza delle fondazioni di quelle abitazioni i cui proprietari, da tempo, lamentano di veder smottare la terra sotto casa. Più a valle saranno invece apposte palizzate in legno lungo il versante franoso. 

 

 

Nell'ambito dello stesso bando, in una fase successiva, si interverrà poi anche per risistemare il parziale smottamento che si è verificato alcuni mesi fa nel versante nord, quello su cui i lavori erano già stati eseguiti. "Non è finita: l'obiettivo della giunta – ha detto Bucci – è di trovare i fondi per eseguire ulteriori lavorazioni, come fermare il piede della frana nella parte nord su cui non si è mai intervenuti finora, o sistemare la rete fognaria e delle tubazioni della frazione. Ricasoli resta insomma sorvegliata speciale, e anche per questo abbiamo rinnovato la convenzione con l'Università di Firenze perché prosegua il controllo dei movimenti del terreno". 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati