06, Febbraio, 2023

Serristori, il sindaco Mugnai: “Inaccettabile chiusura anticipata Pronto Soccorso, intervenga l’assessore regionale

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dopo le ripetute richieste all’Ausl per ottenere il ripristino attività, si rivolge direttamente all’assessore Saccardi. Mugnai: “Urge il ripristino e il potenziamento di tutti i servizi interrotti

“Sulla chiusura anticipata alle 18,30 del Pronto soccorso e sul ripristino di tutti i servizi interrotti a causa dell’emergenza sanitaria chiediamo l’immediato intervento dell’assessore regionale alla Salute”. È la richiesta del Sindaco di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, che dopo essersi rivolta più volte all’Ausl Toscana Centro per avere conferma (e tempistiche) sul ripristino del Pronto Soccorso aperto H24, sulla riattivazione e sul potenziamento di tutti i servizi Covid free dell’Ospedale Serristori, si rivolge direttamente all’assessore Stefania Saccardi in merito alle ultime notizie che riguardano il Serristori.

È inaccettabile non avere risposte dalla Direzione sanitaria sul futuro di servizi essenziali per un’intera vallata così come è inaccettabile venire a conoscenza di ulteriori azioni di  depotenziamento, senza che sia dato conoscere i tempi di ripristino – continua la Sindaca Mugnai -. In linea con le direttive nazionali, che prevedono una graduale e completa ripresa delle attività e dei servizi in tutti i presidi ospedalieri e territoriali, chiediamo che sia fatto altrettanto per il nostro ospedale Serristori, ripristinando il Pronto Soccorso h24, le cure oncologiche e facendo rientrare gli anestesisti e, quindi, ripartire le attività diagnostiche e chirurgiche. Urge inoltre un potenziamento del personale, delle risorse e delle strumentazioni, in modo che il nostro presidio ospedaliero sia adeguato a  rispondere davvero alle esigenze quotidiane non solo dei nostri cittadini ma anche di tutti quelli dei Comuni limitrofi”.

 

 

Articoli correlati