02, Marzo, 2024

Ricasoli, sul finanziamento è botta e risposta fra l’ex sindaco Grasso e il vicesindaco Bucci

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Grasso: “Tutte le opere realizzate dalla mia giunta erano in cofinanziamento, niente di nuovo sotto al sole. Al comune spetta di trovare le risorse”. Bucci: “Stendiamo un velo pietoso su dichiarazioni sconclusionate, frutto della batosta elettorale”

Diventa occasione per un battibecco politico, quel finanziamento per la frana di Ricasoli, già annunciato a maggio, nel corso della campagna elettorale e poi ritornato, oggi, d'attualità dopo l'uscita dell'attuale amministrazione comunale.

In poche parole, il progetto per la messa in sicurezza del versante sud ha un valore di 710mila euro: di questi, la Regione ne ha messi a disposizione 500mila, mentre i restanti 210mila euro sono a carico del comune di Montevarchi. Che deve trovare le risorse in bilancio, e in tempi precisi, pena la perdita del finanziamento, come aveva specificato in una nota, qualche giorno fa, il vicesindaco Luciano Bucci. 

L'ex sindaco Francesco Maria Grasso, tirato in causa nella vicenda, replica: "Vorrei dire al mio amico Luciano, in modo pacato e costruttivo, quasi mite, come è il mio solito, che in genere succede così. Se guarda tutte le opere realizzate dalla mia Amministrazione nei precedenti 5 anni abbiamo co-finanziato, nei confronti della regione, oltre 5 milioni e mezzo di euro (circa venticinque volte quello per la frana di Ricasoli secondo stralcio che Bucci oggi deve cofinanziare) per un importo di lavori di oltre 20 milioni di euro, venendo alla fine a realizzare quasi tutte le opere iniziate, mantenendo i servizi di tutti i settori del Comune e non aumentando le tasse di un solo centesimo".

"Se vogliamo vedere il caso specifico della frana di Ricasoli, sul primo lotto, già eseguito ed in corso di collaudo, abbiamo appaltato lavori per euro 1.350.000 euro con un co-finanziamento del comune di Montevarchi di circa il 40%, proprio come questo secondo stralcio che deve essere cofinanziato. Pertanto niente di nuovo sotto il sole. A nome dei cittadini di Montevarchi e di Ricasoli va mandato un nuovo grande ringraziamento all'assessore Fratoni ed all'assessore Ceccarelli della Regione per aver previsto, nel ridotto bilancio regionale, questo importante finanziamento per Ricasoli".

"Caro Luciano – prosegue Grasso – senti l'assessore al bilancio del comune di Montevarchi e il Sindaco, e vediamo di trovare questi soldi, inserirlo nel piano delle opere, fare i progetti ed appaltare i lavori: in tal caso il mio voto sarà positivo. Per qualunque necessità per il bene di Montevarchi e di Ricasoli io sono a disposizione: è un comportamento istituzionale positivo che va dalla presenza quale consigliere di opposizione alle inaugurazioni e al comportamento propositivo per le opere (a differenza di qualche consigliere di opposizione della passata consiliatura fortunatamente non presente in questo consiglio), che mi farebbe dire tuttaunaltrastoria". 

Parole a cui il vicesindaco Luciano Bucci ha risposto, lapidario, su facebook: "Una serie di sproloqui al limite tra il politicamente farneticante ed il politicamente delirante la cui comprensione e, soprattutto, il fine non può rimanere che circoscritto all'interno della sua psiche. La questione di Ricasoli abbiamo ritenuto opportuno, oltreché doveroso, renderla nota ai cittadini nei termini nei quali chiariva l'ultima di una incredibile serie di sconclusionate affermazioni di una persona evidentemente turbata dall'approssimarsi della sconfitta elettorale poi, inevitabilmente, arrivata".

"Abbiamo il più ampio e compassionevole riguardo, non solo politico ma anche, e soprattutto, umano, nei confronti di questo signore che da sindaco è divenuto capogruppo consiliare di se stesso, per questo non alimentiamo ulteriori polemiche. È il caso di stendere un velo pietoso – chiude Bucci – e lo facciamo con la migliore predisposizione d'animo. Ci auguriamo che un periodo di ferie e riposo sia il toccasana per smaltire le scorie della batosta elettorale".
 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati