05, Febbraio, 2023

Ex Teatro Impero, Avanti Montevarchi chiede di fare il punto sull’ordinanza di rimozione dell’amianto

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

A dicembre il crollo di una parte di copertura del teatro, composta in amianto, fu seguita dall’ordinanza a carico della proprietà. Ora i consiglieri Ricci e Camiciottoli chiedono all’amministrazione “se sia stato verificato l’adempimento dell’ordinanza” e se, in caso negativo, “il Sindaco abbia intenzione, per esigenze di pubblica incolumità e salute pubblica, di sostituirsi in danno al privato”

Aggiornamenti sulla vicenda dell'ex Teatro Impero e sull'ordinanza di dicembre per la messa in sicurezza della copertura contenente amianto: è quanto hanno chiesto, con una interrogazione in Consiglio comunale a Montevarchi, i consiglieri Fabio Camiciottoli e Paolo Ricci del gruppo di opposizione Avanti Montevarchi. 

I due consiglieri ricordano "l’ordinanza n.352 del 15 dicembre 2017 per la messa in sicurezza della copertura al Cinema teatro Impero di via Pascoli in carico alla società proprietaria dell'immobile", emessa dal Sindaco "in conseguenza di alcuni crolli alla copertura dell’edificio", in considerazione del "pericolo di danno ambientale e alla salute pubblica vista la presenza di amianto cemento pericoloso". 

Al sindaco, Camiciottoli e Ricci chiedono di conoscere "se il Comune abbia riscontrato e verificato l’adempimento delle prescrizioni da parte della società obbligata e, in caso negativo, quali azioni siano state intraprese dall’amministrazione comunale a tutela della incolumità e della salute pubblica dei cittadini; vale la pena ricordare – hanno aggiunto – che le ordinanze non si fanno per apparire ma per dare soluzione a un problema, pertanto se il privato non ottempera, è previsto che la pubblica amministrazione si sostituisca in danno al soggetto inadempiente".

Con queste premesse, Avanti Montevarchi chiede di sapere, infine, "se il Sindaco abbia intenzione, per esigenze di pubblica incolumità e di salute pubblica, di sostituirsi in danno al privato e attuare tutte le azioni necessarie a mettere in sicurezza l’edificio e l’area". 

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati