29, Novembre, 2022

Aer, Longini e i vertici aziendali si difendono in commissione Ambiente: “Gestione corretta e trasparente”. Ma le polemiche non si placano

Più lette

In Vetrina

I responsabili di Aer e l’ex presidente di Aer Impianti, Ulivieri, ascoltati dalla commissione ambiente del Comune di Reggello, dopo le polemiche degli ultimi mesi e la presa di posizione del consiglio comunale contro la gestione della società mista. Longini, Erci e Ulivieri si difendono: “Gestione corretta e trasparente” E rispondono punto per punto alle accuse. Ma la polemica monta, i gruppi di opposizione rilanciano e Andrea Calò torna all’attacco:”Molte questioni irrisolte ancora sul tavolo. Pronti nuovi atti per fare piena luce sulla società”.

Il caso Aer approda alla commissione ambiente di Reggello. Audizione con il presidente Silvano Longini, il dg Giacomo Erci e l'ex presidente di Aer Impianti, Marcello Ulivieri, come persona informata sul ricorso presentato al Tar della Toscana sul piano d'ambito di Ato Toscana Centro. I consiglieri hanno portato alla luce molte delle questioni che sono ormai al centro della discussione da settimane, dai problemi legati alla banca dati degli utenti fino alla raccolta differenziata e ai presunti conflitti di interesse.

I responsabili della società mista hanno risposto tecnicamente, punto su punto, alle osservazioni dei consiglieri tracciando anche la filiera dei rifiuti e delle società collegate alla stessa Aer, sottolineando, da parte loro, la "corretta gestione" dell'azienda in questi anni e motivando i problemi legati anche alla congiuntura economica con i mancati incassi della tariffa dei rifiuti. Respinte le accuse di mancanza di trasparenza e di presunti conflitti di interesse.

Un incontro interlocutorio anche in vista dell'assemblea dei soci di Aer, che doveva tenersi la scorsa settimana ma che è stata rinviata a fine luglio per la mancanza del numero legale. La discussione infatti sulla gestione della società che si occupa dei rifiuti è ancora molto accesa, non solo tra le forze di opposizione – con Movimento 5 Stelle e Rifondazione sulle barricate – ma all'interno dello stesso Pd del Valdarno e della Valdisieve.

Il sindaco di Reggello, Cristiano Benucci, presente in commissione insieme alla vicesindaco Adele Bartolini, all'assessore Paolo Guerri e al capogruppo del Pd Piero Giunti, ha cercato di gettare acqua sul fuoco dopo le critiche: "Stiamo effettuando con l'azienda, che si è resa disponibile e sta fornendo un supporto tecnico, verifiche approfondite per quanto riguarda la banca dati degli utenti. Le normative non aiutano".

Per le forze di opposizione il Movimento 5 Stelle ha puntato il dito sulla filiera dei rifiuti, sulla trasparenza e ha chiesto chiarimenti tecnici della gestione. Molto critico Andrea Calò, di Rifondazione, che è intervenuto nel corso della commissione: "Le dichiarazioni di Aer non convincono. Da parte nostra attendiamo risposte formali dall'amministrazione comunale alle nostre interrogazioni e mozioni. I temi sollevati di presunti conflitti di interessi, di mancanza di trasparenza negli assetti societari e nelle indennità, così come la pessima gestione aziendale che si ripercuote anche sulle tasche dei cittadini sono tutte aperte e meritano risposte politiche adeguate".

E infine ha annunciato: "Presenteremo altri atti formali per sciogliere il nodo del presunto conflitti di interessi, è intollerabile politicamente che membri del cda e dirigenti ricoprano contemporaneamento incarichi in società collegate o in amministrazioni socie. Contemporaneamente metteremo in luce la mancanza di applicazione del codice etico di Aer Spa da parte di amministratori e dirigenti. I rimborsi benzina percepiti, tanto per capirci, hanno ben poco di etico così come non riscontriamo l'imparzialità richiesta nel sostegno elettorale di alcuni esponenti della società, anche economici, ad alcuni nuovi sindaci del Pd".

"Non convince nemmeno l'intervento del sindaco che tendeva ad attenuare la cattiva gestione della banca dati di Aer: ricordo a Benucci che il consiglio ha approvato all'unanimità una risoluzione con la quale si stigmatizzava lo scarso rigore di Aer. Siamo ancora in attesa che il cda restituisca il suo mandato" chiosa Calò.

Articoli correlati