28.08.2016  23:30

Sono tornati i volontari della Croce Rossa di Incisa da Amatrice. "Impossibile descrivere a parole"

di Monica Campani
Sono partiti il giorno stesso del terremoto, il 24 agosto, e sono tornati in serata. Sono i volontari della Croce Rossa Italiana di Incisa rientrati in Valdarno


Sono partiti il 24 agosto e sono tornati in serata. Stanchi non nel fisico ma nel cuore i volontari della Croce Rossa italiana di Incisa non riescono a descrivere a parole cosa hanno vissuto nelle terre devastate dal terremoto."Non abbiamo vissuto il momento della scossa alle 3.36 ma abbiamo guardato gli occhi della gente e dei soccorritori. In quel momento capisci quale sia l'impotenza dell'uomo davanti a certi disastri".

 

I sei volontari della Croce Rossa Italiana di Incisa sono partiti insieme alla colonna mobile organizzata dalla Protezione civile della Regione Toscana: tutti insieme hanno realizzato due campi, uno a Mosicchio e l'altro a Cornillo Vecchio, frazioni di Amatrice.

I sei volontari della Croce Rossa di Incisa hanno raggiunto Cornillo Vecchio e qui hanno organizzato, insieme agli altri, il campo base: la logistica, quattro tende da otto posti per i soccorritori, tendoni per i pasti, la segreteria, le cucine, i bagni. Hanno anche pensato a risistemare le vie d'accesso.

Già il giorno dopo il loro arrivo il personale della Croce Rossa di Incisa ha lavorato sul campo: "Un volontario, specializzato nel manovrare macchinari per la movimentazione terra, è stato chiamato ad operare nella zona rossa. Il 26 agosto abbiamo finito di montare il campo, gestito la viabilità e gli accessi, abbiamo condotto macchine operatrici e purtroppo abbiamo anche dovuto trasportare una vittima del terremoto. Non è per niente facile portare aiuto in una situazione in cui vedi la disperazione sul viso della gente, con poche ore di sonno alle spalle, con la terra che ti trema sotto i piedi e con lo sguardo attento per evitare che qualcosa ti crolli addosso. La Croce Rossa di Incisa è una piccola Associazione fatta da grandissime persone che non hanno mai avuto e non avranno mai paura di sporcarsi le mani per il prossimo chiunque esso sia".

Un lavoro encomiabile e duro che non stanca nel fisico ma nel morale. La Croce Rossa di Incisa intanto comunica che la raccolta dei beni di prima necessità al momento è terminato. Per qualsiasi informazione i cittadini possono rivolgersi alla sede di Incisa aperta dalla 8.00 alle 20.00 oppure è possibile consultare il gruppo Facebook dove vengono inseriti tutti gli aggiornamenti.

Cronaca

 
comments powered by Disqus