29.03.2018  10:56

Sammezzano, il Consiglio comunale approva mozione per la salvaguardia e la tutela del bene

di Glenda Venturini
Documento presentato dai consiglieri di opposizione di Reggello Viva (Bartolozzi e Pandolfi), Per Reggello (Piccardi) e M5S (Grandis), emendato dalla maggioranza e votato con la sola astensione di Reggello Domani (Tozzi e Mauro). L'impegno è a mantenere alta l'attenzione e i contatti del Comune con Soprintendenza e Curatela fallimentare


Via libera in Consiglio comunale a Reggello, con i voti quasi unanimi di maggioranza e opposizione, ad un documento che punta a salvaguardare e tutelare il Castello di Sammezzano, e tutta la tenuta, nei limiti delle competenze dell'Amministrazione comunale. Nella sua parte impegnativa, la mozione approvata recita infatti: "Riteniamo doveroso che il Comune di Reggello supporti l’attività della cittadinanza, impegnando il Sindaco e la giunta a continuare a mantenere i rapporti con la Soprintendenza e il curatore fallimentare affinché adempiono ai propri doveri di tutela e conservazione del bene tutto (comprensivo di immobili e parco naturale annesso), nonché al rispetto delle norme dello Stato italiano". 

A portare in Consiglio la discussione su Sammezzano sono stati i gruppi di opposizione di Reggello Viva, con i consiglieri Bartolozzi e Pandolfi; Movimento 5 Stelle, con Grandis; e Per Reggello, con Piccardi. In seguito al dibattito che ne è scaturito, il documento è stato poi emendato con le proposte della maggioranza, del gruppo Democratici e Riformisti per Reggello, e ne è scaturita così una mozione approvata con i voti favorevoli di tutti i consiglieri, e la sola eccezione di Reggello Domani, le cui consigliere hanno deciso di astenersi. 

Ad illustrare l'atto al Consiglio, la consigliera Cinzia Pandolfi: "Sammezzano, nonostante sia una proprietà privata, è tutelato dal codice dei beni culturali  - ha ricordato - perciò la Soprintendenza può sopperire alla negligenza dei privati proprietari adottando immediatamente le misure conservative necessarie per assicurare la conservazione dei beni culturali". La consigliera ha ricordato anche "l’impegno costante dimostrato da molti nostri concittadini, e dalle associazioni che si sono costituite in
questi anni e dall’amministrazione comunale di Reggello nel tenere alta l’attenzione sul castello di Sammezzano". 

È stata l'assessore Adele Bartolini ad illustrare i contatti che il comune ha avuto in queste settimane con Soprintendenza e Curatore fallimentare, spiegando che la Soprintendenza per la Città metropolitana di Firenze ha verificato, tramite sopralluogo, “l’assoluta urgenza di eseguire gli interventi indispensabili al fine di evitare danni al bene culturale tutelato” e che ne ha inviato comunicazione al curatore fallimentare.  E il 22 marzo, il comune di Reggello ha ricevuto comunicazione dallo studio tecnico incaricato dal Curatore fallimentare di Roma, riguardo l’avvio immediato degli “interventi provvisori urgenti per l’eliminazione delle infiltrazioni di acque meteoriche interessanti le porzioni di copertura sovrastanti locali di pregio”. Contatti che i consiglieri comunali promotori della mozione hanno apprezzato, giudicandoli fondamentali per garantire la tutela del bene. 

Politica

 
comments powered by Disqus
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questa recensione andremo a recensire un...
Roberto Riviello
Controcorrente
Come fece Maximilen de Robespierre ad annullare la Costit...
Leonardo Matassoni
Diritto all'architettura
DEMOCRAZIA NATURALE QUESTIONE DI PESI … Di solito non si ...