26.07.2016  17:37

Finalmente in funzione gli ascensori alla stazione di Figline: ora manca solo l'innalzamento dei marciapiedi

di Glenda Venturini
Attivati da questa mattina i due nuovi ascensori, costati 290mila euro e realizzati da Rfi. Dal 1 gennaio la gestione e manutenzione passerà al comune di Figline e Incisa, secondo un protocollo già sottoscritto. E nel 2017 sono previsti i lavori di adeguamento dei marciapiedi, che faciliteranno l'accesso ai treni ai disabili


commenti

Data della notizia:  26.07.2016  17:37

Dopo mesi di attesa, da oggi sono attivi i due nuovi ascensori realizzati da Rfi nella stazione di Figline. I lavori erano terminati a gennaio, poi l'attesa per il collaudo e il confronto con il comune per la gestione e la manutenzione: passeranno all'amministrazione comunale dal 1 gennaio 2017, secondo il protocollo sottoscritto con Rfi. 

Di ultima generazione, veloci e con una portata di 530 chilogrammi e sette persone, i due ascensori collegano i marciapiedi 1 e 2 della stazioneL’investimento da parte di Rete Ferroviaria Italiana è stato di circa 290mila euro per i lavori, che rientrano in un piano più ampio di ammodernamento delle stazioni ferroviarie e di abbattimento delle barriere architettoniche, secondo quanto sottoscritto da RFI nel Protocollo d’Intesa con la Regione Toscana del 10 aprile 2015.

A Figline, ora, per completare l'abbattimento delle barriere architettoniche manca soltanto l'adeguamento dei marciapiedi: ma è già programmato, nell'elenco dei progetti di Rfi per il 2017.  L'innalzamento dei marciapiedi a 55 centimetri consentirà finalmente di chiudere il cerchio di queste opere, perché renderà più facile l'accesso ai treni anche da parte di portatori di handicap. 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Il 19 gennaio 2000, in Tunisia, moriva Bettino Craxi: a r...
Luca Franchi
Il Dottore delle Piante
Torna per il 5° anno consecutivo il corso “mustR...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Julian Carax
Un.Dici
“Il Canada, per la prima volta nella sua storia cestistic...