03.04.2019  09:21

Elezioni: "Salvare il Serristori" sostiene la candidatura a sindaco di Cristina Simoni

di Monica Campani
Sale a tre il numero delle Liste che sostengono l'ex presidente del consiglio di Figline Incisa- Capolista di Salvare il Serristori è Clara Mugnai


La lista civica “Salvare il Serristori” sostiene la candidatura a sindaco di Cristina Simoni, ex presidente del consiglio comunale di Figline Incisa e attuale capogruppo del Gruppo Misto. L’accordo, in vista delle elezioni amministrative del 26 maggio, è stato raggiunto nelle ultime ore. Cristina Simoni, dunque, sarà appoggiata da tre liste civiche. Capolista di Salvare il Serristori è Clara Mugnai, storica leader del Comitato per il Serristori, che da quasi trent’anni si batte per salvare l’ospedale di Figline. 

“L’intesa raggiunta con Salvare il Serristori – spiega Cristina Simoni – ci consente di costituire l’unico e vero polo civico indipendente. Tutto ciò rafforza ancor più il mio impegno per un’azione politica che deve recuperare la capacità di dialogo, ascoltando i bisogni reali dei cittadini. La mia candidatura a sindaco è coerente con le scelte autonome e il rigore amministrativo che hanno caratterizzato finora il mio impegno politico”.

"Proprio il fatto che Cristina Simoni si è sempre schierata personalmente a favore dell’ospedale di Figline, ha costituito uno dei motivi che hanno indotto il Comitato per il Serristori ad appoggiare la sua candidatura a sindaco".

Nel motivare il sostegno a Simoni, il Comitato Serristori ha poi replicato al manifesto dell’associazione Garofano Rosso, in cui si auspicava una pressione politica per convincere tutte le forze civiche ad unirsi in una grande alleanza con Daniele Raspini. “Come condizione inderogabile per un accordo – spiega il Comitato Serristori – avevamo chiesto a Raspini di dichiarare pubblicamente che la sua lista era alternativa al Pd, perché riteniamo che questo partito non si sia mai interessato seriamente all’ospedale Serristori. Ebbene: Raspini non ha mai fatto questa dichiarazione; così come non ha mai chiarito se in caso di ballottaggio farà accordi con il Pd della sindaca Mugnai, con la quale non vogliamo avere niente a che fare, nemmeno al secondo turno. Chi come noi porta avanti la sua battaglia da oltre 25 anni, non può dare credito a chi non prende posizioni precise”.

 

Politica

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
C’è un inquietante “fil rouge” che scor...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questa recensione andremo a recensire un...