26.03.2020  11:44

Covid-19, il Consiglio comunale aderisce alla raccolta fondi per la Protezione civile

di Monica Campani
A Figline e Incisa Valdarno consiglieri comunali e Giunta insieme per sostenere le associazioni impegnate in prima linea nell’emergenza sanitaria


commenti

Leggi gli Speciali:  Covid-19: tutte le informazioni

Data della notizia:  26.03.2020  11:44

Anche il Consiglio comunale di Figline e Incisa Valdarno ha aderito alla campagna di raccolta fondi “Un aiuto per la Protezione Civile”, lanciata nei giorni scorsi dalla Sindaca Giulia Mugnai per sostenere le attività delle associazioni Gaib, Prociv, Croce Azzurra di Figline, Croce Rossa di Incisa e Misericordia di Figline.

"Un modo per unire le forze, anche quelle politiche, in un momento di così grande difficoltà per il Paese e per impegnarsi, tutti insieme, nel sostegno ai volontari, che in questi giorni sono impegnati in prima linea nell’emergenza sanitaria. Ciascun consigliere comunale, insieme alla Giunta comunale, ha quindi scelto di donare una cifra minima di 50 euro a testa, che saranno devoluti per l’acquisto di mascherine e di gel igienizzante, oltre che per la sanificazione dei mezzi di trasporto, che in questi giorni le associazioni utilizzano anche per la fornitura a domicilio di generi di prima necessità e di medicinali ad anziani, disabili e persone in isolamento".

Il Consiglio comunale, inoltre, ringrazia i volontari per l’impegno straordinario che stanno portando avanti a favore della comunità e invita tutti i cittadini a partecipare a questa raccolta fondi, contribuendo secondo le proprie possibilità. Il contributo può essere versato al Comune di Figline e Incisa Valdarno (IBAN IT 58 T 03069 05465 100000046016), inserendo come causale “Un aiuto per la Protezione Civile”.

Si ricorda che il Comune ha attivato il numero 055.9125800, operativo 7 giorni su 7 dalle ore 9 alle ore 18 per rispondere (proprio grazie al contributo delle associazioni di Protezione civile) alle prime necessità di chi si trova in isolamento disposto dalla Ausl, anziani, disabili e tutte quelle persone che non hanno familiari in grado di soddisfare le loro esigenze primarie.

 

 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
Julian Carax
Un.Dici
Si è vero. Ai tempi che scrissi questo pezzo lo feci per ...
Roberto Riviello
Controcorrente
La scena forse più toccante, e scioccante, di questi ulti...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...