22.10.2019  14:20

Caso scuola, lettera aperta della consigliera Lattanzi al sindaco Neri: "Se ami questa comunità, fai un passo indietro"

di Glenda Venturini
Dopo l'assemblea pubblica di Laterina, alla quale la prima cittadina non era presente, la capogruppo della Sinistra Rossella Lattanzi scrive una lettera aperta e chiede un passo indietro


commenti

Data della notizia:  22.10.2019  14:20

Un passo indietro per il bene della comunità: è quanto chiede, in una lettera aperta al sindaco Simona Neri, la consigliera di opposizione Rossella Lattanzi, capogruppo della Sinistra. Un pensiero espresso alla luce dell'assemblea che si è tenuta ieri sera a Laterina, e alla quale la prima cittadina non è stata presente. 

"Cara Simona,

Ieri sera c’è stata, come ben sai, una riunione in Teatro a Laterina. Riunione da Te convocata e alla quale ti sei ben vista di partecipare. Avrai avuto i tuoi motivi per farlo. Sappi che però la tua assenza non è e non sarà giustificabile in nessun modo. Non è che sfuggendo alle proprie responsabilità puoi pensare di amministrare una comunità nuova e complessa come quella del comune di Laterina Pergine Valdarno.

Fare il Sindaco è prima di tutto il mettersi al servizio della comunità tutta, sia di chi ti ha votato e soprattutto di chi non ti ha votato. Non è semplicemente presenziare agli eventi, che sono la parte gratificante di questa missione, ma soprattutto parlare e confrontarsi con la gente, mettersi in gioco, fornire delle risposte e prendere delle decisioni che, per quanto impopolari, devi essere sempre in grado di motivare.

Hai mancato di rispetto ad una comunità intera, ma soprattutto hai mancato di rispetto ai tuoi consiglieri, lasciandoli da soli ad affrontare tutto questo, e a chi ti ha votato. Non permettere che l’odio pervada i nostri paesi, fai crescere un clima di collaborazione e partecipazione tra gli stessi.

La situazione delle scuole ha smosso, finalmente, le coscienze dei cittadini. Non si vedeva una partecipazione di questo tipo da anni. Persone che non si sono mai occupate della res publica si sono sentite coinvolte in un progetto, in un’idea. Sabato e domenica a Laterina si viveva in un clima irreale e mi ha ricordato i tempi dell’Università, mi hai fatto tornare indietro di anni, quando ancora ventenne credevo si potesse cambiare il mondo. Hai avvicinato i giovani alla politica, hai fatto scoprire quanto sia bello stare insieme, condividere dei pensieri, scambiarsi opinioni, confrontarsi. Hai unito persone di ceti e idee completamente opposte, che hanno come unico obiettivo il bene della comunità.

Conosco bene le sofferenze alle quali è sottoposto un Amministratore, ho vissuto sulla mia pelle cosa voglia dire tornare a casa e non poter mai staccare mentalmente da questo ruolo, il dover essere sempre a disposizione di tutti. La politica è una cosa totalizzante, che se ti prende non riesci a smettere, ti può “allontanare” da tutti, anche dai tuoi cari. Hai 36 anni, una vita davanti. In questo momento probabilmente hai bisogno di altro, di prenderti cura di te. Se non siamo in pace con noi stessi non possiamo occuparci di altri. Se veramente, come dici, ami questa comunità, fai un atto di coraggio, fai un passo indietro". 

 

Politica

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Forse ce n’eravamo dimenticati, in questi ultimi an...
Julian Carax
Un.Dici
Non è da tutti — almeno a queste latitudini — il privileg...