18, Agosto, 2022

“Solidarietà al popolo ucraino e ferma condanna delle azioni russe”: il Consiglio approva ordine del giorno PD all’unanimità

Più lette

In Vetrina

È stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Montevarchi l’ordine del giorno presentato dalla capogruppo PD Elisa Bertini, in cui si esprime piena solidarietà al popolo ucraino e ferma condanna per le azioni russe.

“Il Consiglio Comunale – si legge nel testo – esprime la più ferma condanna per l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia e i bombardamenti delle città, avvenuti in spregio ad ogni regola del diritto internazionale per sottomettere uno stato sovrano, rifiutando ogni tentativo d’intesa negoziale e minando la pace e la stabilità dell’Europa; chiede al Governo italiano, agli Stati membri e alle istituzioni dell’Unione Europea di impegnarsi in un’iniziativa di contrasto dell’aggressione assumendo le misure necessarie, entro la reazione della comunità internazionale che l’Onu deve garantire e con un ruolo attivo nelle alleanze difensive a partire dalla NATO, perché l’invasione sia fermata, l’Ucraina sia liberata e si possa tornare all’applicazione degli accordi di Minsk e al rispetto degli accordi di Helsinki, ribadendo il principio fondamentale dell’inviolabilità delle frontiere”.

“Il Consiglio Comunale – conclude il documento – s’impegna a far sentire al popolo ucraino la reazione e la solidarietà dei cittadini italiani e la più forte condanna morale e politica di Putin e delle sue azioni di guerra; a creare ogni possibile mobilitazione contro l’aggressione russa, per la pace e la garanzia del diritto internazionale in concorso con le altre istituzioni locali e con la società civile che si oppone al sopruso e alla sfida portata alla democrazia e alla convivenza dei popoli”.

Tutto il Consiglio Comunale, nonostante la presentazione in via di urgenza, ha accolto l’ordine del giorno ed ha condiviso e votato all’unanimità il documento. “È un segnale importante che da tutti i territori, anche quelli più piccoli, si levi una voce unica di ferma condanna verso l’invasione dell’Ucraina avvenuta aggirando ogni regola negoziale e del diritto internazionale, ma soprattutto è importante esprimere la più forte condanna morale e politica verso Putin e le sue azioni di guerra, ed una piena solidarietà al popolo ucraino, barbaramente attaccato – ha commentato Bertini – Purtroppo la guerra porta con sé solo morte, sofferenza, distruzione e a pagarne il prezzo sono sempre i più deboli e chi non ha potere decisionale a riguardo; per questo è importante adottare ogni mezzo affinché con un grande moto internazionale si possa presto ristabilire la pace, e rifuggire dalla guerra come mezzo per la risoluzione dei conflitti”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati