07, Agosto, 2022

FdI attacca Azione sul Serristori: “Non partecipare all’inaugurazione di Ponte a Niccheri è solo l’ennesima sceneggiata politica”

Più lette

In Vetrina

Arriva da Fratelli d’Italia la replica alla presa di posizione di assessori e consiglieri del gruppo Per Figline e Incisa in Azione, in merito all’invito all’inaugurazione dell’OSMA e alle richieste sul Serristori. “Riteniamo la posizione di Azione – scrivono in una nota Enrico Venturi, Valentina Trambusti, Giorgia Arcamone – di non partecipare all’inaugurazione del nuovo ingresso di Ponte a Niccheri il tentativo di rifarsi politicamente la faccia agli occhi dei Cittadini quando invece questa non è che l’ennesima sceneggiata politica di un partito (ex lista civica) che soltanto a parole tuona contro i propri alleati di governo ma che nei fatti e negli atti continua a condividere, anche sul Serristori, la linea del Partito Democratico”.

“Il 30 aprile – prosegue ancora la nota – in occasione del Congresso di Azione, il Segretario di questa compagine politica, determinante per il prosieguo della legislatura, a mezzo stampa dichiarava sulla questione del Serristori che “fino a fine giugno, (Azione) continuerà a battersi per il rispetto degli impegni presi verso la nostra amministrazione comunale e con quelle degli altri Comuni del Valdarno fiorentino, dopo di che, qualora si proseguisse a smentirli o disattenderli non potremmo che avviarci, e anche il PD locale ne è consapevole a sviluppare conclusioni politiche conseguenti.“ Oggi quindi si apprende, con l’ennesima giravolta politica, che “le conclusioni politiche conseguenti” sono il non partecipare ad un’inaugurazione presso l’Ospedale di Ponte a Niccheri”, commentano gli esponenti di Fratelli d’Italia.

“I rappresentanti di Azione pensano di distinguere la loro politica da quella del PD semplicemente non partecipando ad un evento? Azione si renda conto che non può salvare il Serristori (semmai gli interessi farlo) con chi ne è causa del suo smantellamento. Se quindi non condivide più la linea del PD, lo dimostri mettendo fine abbia a questa legislatura, mantenendo prima di tutto ciò che loro hanno messo per iscritto. In conclusione – chiudono Enrico Venturi, Valentina Trambusti, Giorgia Arcamone – quello che ancora oggi possiamo constatare è la mancanza di coraggio di questa maggioranza nei confronti delle decisioni assunte dalla Regione, mancanza che grava ancora una volta sulle spalle dei cittadini”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati