15, Agosto, 2022

Dopo il voto contrario alla mozione sulla guerra la Lega diffida il consigliere Cicogni: “Non ci rappresenta”

Più lette

In Vetrina

Le Lega diffida il consigliere comunale di Reggello Gabriele Cicogni a parlare per proprio nome: lo fa con una nota a firma del Commissario provinciale Lega Firenze, Federico Bussolin, dopo che Cicogni aveva espresso un voto contrario al documento bipartisan con cui il Consiglio comunale di Reggello si è espresso condannando il conflitto in corso e l’invasione dell’Ucraina. 

“Abbiamo appreso che nel consiglio comunale di Reggello dello scorso 23 marzo, il consigliere comunale Gabriele Cicogni ha votato contro un documento che condanna la guerra e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Vogliamo far presente che la posizione politica espressa dal consigliere non è quella della Lega che, da subito, si è schierata contro l’invasione della Russia e a sostegno del popolo ucraino”.

“Non solo: il consigliere Cicogni, eletto nella Lista Lega Toscana Salvini Premier, è stato depennato dal movimento già da febbraio 2022, quando lo stesso consigliere aveva espresso il desiderio di allontanarsi. Per questo motivo i nostri uffici hanno proceduto nel diffidare il Sig. Cicogni dal parlare a nome della Lega, dentro e fuori le istituzioni. Pertanto, quanto da lui espresso e votato è a titolo esclusivamente personale”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati