28, Settembre, 2022

Verso un comune “plastic free”: mozione trasversale approvata all’unanimità in Consiglio

Più lette

In Vetrina

Il Consiglio comunale di Reggello ha approvato, nell’ultima seduta, una mozione presentata dai capigruppo di maggioranza e opposizione, che impegna ad aderire alla campagna “Plastic free challenge” lanciata dal Ministero dell’Ambiente, e mettere in atto misure concrete di riduzione della plastica sul territorio

Reggello avvia il percorso per diventare un comune 'plastic free': il primo passo verso questa virtuosa direzione è stato compiuto infatti nell'ultima seduta del Consiglio comunale, lo scorso 31 luglio. In quella occasione, infatti, i consiglieri hanno approvato all'unanimità una mozione trasversale, che punta prima di tutto a promuovere misure di riduzione del consumo di plastiche prima di tutto nelle iniziative pubbliche. 

Il documento, presentato e firmato dai consiglieri Mugnai del gruppo di maggioranza Democratici e Progressisti; Pandolfi per il gruppo di opposizione Reggello Viva; e Grandis per il gruppo di opposizione del M5S, ha ottenuto il consenso unanime di tutti i consiglieri presenti, concordi sulla necessità di avviare questo tipo di percorso. 

In particolare, la mozione ricorda come "ogni anno nel mondo 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani", e che "se non si dovesse agire per invertire la tendenza, nel 2025 gli oceani avranno una tonnellata di plastica ogni tre tonnellate di fauna marina", senza contare che "la diffusione terrestre è molto più alta di quella acquatica, da 4 a 23 volte maggiore, a seconda delle zone". 

In considerazione di ciò, l'impegno assunto dal Consiglio comunale nei confronti del Sindaco e della Giunta è di "attivarsi per promuovere un'apposita campagna informativa sulle norme comunitarie e regionali, e sulle politiche intraprese dal comune di Reggello per la tutela ambientale e per scoraggiare l'uso di oggetti in plastica monouso"; ma anche ad aderire alla campagna del Ministero dell'Ambiente "Plastic free challenge". Ci sono inoltre altri impegni concreti: ad esempio, "invitare gli enti preposti alla gestione delle strade a raccolgiere eventuali rifiuti prima dello sfalcio dell'erba", o promuovere con Aer a favore di materiali alternativi alla plastica, infine "continuare gli interventi nelle scuole dotandole di potabilizzatore per limitare l'uso di materiali in plastica monouso". 

Impegni concreti che, però, devono trovare anche la collaborazione dei cittadini, perché possano essere efficaci. Purtroppo l'abbandono di rifiuti in plastica (e non solo) è ancora diffuso: lo dimostrano le foto pubblicate su facebook dai volontari della Croce Azzurra di Reggello, che ieri hanno ripulito i boschi fra Pietrapiana e Vallombrosa. Zone di picnic estivi di cui si vedono i segni: piatti e bicchieri in plastica, sacchetti abbandonati in mezzo al bosco, segno di un'inciviltà che dev'essere ancora combattuta alla radice. 

Foto pubblicata dai volontari della Croce Azzurra sul gruppo facebook Sei Reggellese se…

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati