25, Settembre, 2022

Trasporto pubblico locale: dal 16 marzo apre il nodo di interscambio Montelungo. Anche per gli autobus dal Valdarno

Più lette

In Vetrina

Con l’attivazione del nodo di interscambio cambia l’accesso dei mezzi pubblici in arrivo a Firenze, che sarà più rapido. Anche gli autobus in arrivo dal Valdarno si attesteranno qui

Novità in arrivo per il Trasporto pubblico locale in area fiorentina. Da lunedì 16 marzo, infatti, scatta l'attivazione del nodo di interscambio di piazzale Montelungo a Firenze. Una rivoluzione che garantirà l'accessibilità al centro città di Firenze con i mezzi pubblici in tempi rapidi, facilitando l'interscambio fra modalità di trasporto diverse e senza alcun costo aggiuntivo, essendo prevista l'integrazione tariffaria per gli utenti. 

Nel dettaglio, al nodo di Montelungo, che sarà dotato di un hub con biglietterie, è previsto l'interscambio fra bus extraurbani, tram e bus urbani, e da ultimo anche il treno lungo la rampa che porta al binario 16/17 della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, solo con biglietto urbano o ferroviario o Pegaso. Al piazzale andranno ad attestarsi le linee extraurbane provenienti dal Mugello e dall'Alto Mugello, dalla Valdisieve, dal Valdarno Fiorentino ed Aretino (corse dal Casentino – Consuma) e dal Chianti (corse provenienti dalla Chiantigiana). 

Gli autobus che provengono da viale Spartaco Lavagnini incrociano la tramvia linea 1 prima della Fortezza, alla fermata Strozzi Fallaci, e le linee urbane 20 e 31/32 avranno al piazzale Montelungo il nuovo capolinea. Un ulteriore interscambio con la linea 1 sarà possibile alla fermata Bambini di Beslan. Con l'attivazione del nodo, agli utenti dell'extraurbano sarà possibile accedere in centro agevolmente, utilizzando la linea tramviaria T1 Careggi – Villa Costanza, nel tratto che va dalla fermata Strozzi Fallaci alla fermata Alamanni; le linee urbane 20 e 31/32 nel tratto Montelungo – Bambini di Beslan -Indipendenza-San Marco.

Articoli correlati