19, Agosto, 2022

Teatro, lavori pubblici, stipendio del sindaco: i temi ‘caldi’ portati in consiglio dalla Lista civica

Più lette

In Vetrina

Mercoledì sera la seduta del Consiglio comunale di Castelfranco Piandiscò. La Lista civica commenta alcune delle discussioni portate all’ordine del giorno

Teatro, fontanelli, cimiteri, ma anche lo stipendio del sindaco. All'indomani della seduta di Consiglio comunale, la Lista civica interviene su una serie di temi che sono stati all'ordine del giorno.

"Sul teatro Capodaglio – scrive in una nota la Lista – l’assessore Sottani ha risposto che è utilizzabile per manifestazioni culturali, per la scuola, per l'associazionismo, per manifestazioni politiche. Peccato che le 30 giornate riservate al comune sono già destinate tutte a tre associazioni. Per le iniziative le scuole, ora che ci sono anche i centri di Faella, Vaggio e Piandisco, rischiano di dover pagare 150 euro ogni volta". 

Altro tema caldo, i fontanelli pubblici. "La risposta dell’Assessore Franchi al consigliere Antonella Grassi è stata completamente insoddisfacente. Al momento non è possibile mettere il prelevamento anche a moneta per “motivi di sicurezza” (c’è paura di scasso anche per pochi centesimi). Ora l’acqua si paga dappertutto meno che a Castelfranco. L'adeguamento fra i vari centri è rimandato invece di un altro anno". 

Sui cimiteri, la Lista civica commenta: "In merito ad orari di apertura e chiusura, e sulla sicurezza delle scale dei cimiteri, l’ assessore ha rinviato a fine dicembre la soluzione della cosa: cancello automatico e scale a norme di sicurezza. Ribadiamo la nostra insoddisfazione". 

Infine, la questione dello stipendio del sindaco: la Lista civica aveva chiesto chiarimenti. "Il Sindaco ha risposto irritato alla richiesta di far conoscere ai cittadini la scelta del suo status di lavoro. Ha spiegato che continua a riscuotere lo stipendio dall’ente per cui lavora e metà dell’indennità di sindaco, usufruendo di permessi di cui l’Ente non richiede rimborso al comune". La replica di Morbidelli: "Un comune come il nostro avrebbe bisogno un sindaco a tempo pieno, e comunque i cittadini pagano anche il tempo che Cacioli non lavora in Sovrintendenza". 
 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati