14, Luglio, 2024

Sospesa per la prima volta nella storia la Rassegna dell’Extravergine. Il consiglio comunale: “La situazione dell’olio è drammatica”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Ieri sera si è svolto il consiglio comunale aperto sulla crisi dell’olio che ha visto la presenza di numerosi produttori locali. Il sindaco Benucci e l’intero consiglio hanno deciso di sospendere per quest’anno la Rassegna dell’Extravergine: “Atto di serietà. La situazione è drammatica e deve essere difesa la qualità del nostro olio”. E’ la prima volta nella storia. Con una risoluzione votata all’unanimità, chiesto lo stato di calamità al Governo ed interventi alla Regione

Sarebbe dovuta iniziare il 31 ottobre. Le locandine erano già pronte e affisse anche in Comune, ma per la prima volta in 42 anni di storia, la Rassegna dell'Olio di Reggello, quest'anno non si farà. Tutto sospeso, per la crisi dovuta alla mosca olearia che ha praticamente azzerato la produzione di quest'anno, mettendo in ginocchio i frantoi. 

Lo ha deciso il consiglio comunale aperto di ieri sera, alla quale hanno partecipato i produttori locali e anche il parlamentare del Pd, Lorenzo Becattini. "La situazione è peggiore del 1985, quando si verificò la grande gelata. Nemmeno allora venne sospesa la manifestazione" ha sottolineato in consiglio comunale, il sindaco Cristiano Benucci.
 

"E' un fatto mai accaduto in 42 anni – ha sottolineato il primo cittadino – Lo facciamo prendendo atto che quest'anno la mosca olearia ha compromesso in larga parte d'Italia la produzione di olio in quantità e qualità. Lo facciamo perché occorre difendere il prestigio della manifestazione ma anche e soprattutto la qualità dell'olio che a Reggello ha raggiunto livelli d'eccellenza. Questa situazione mette a dura prova la filiera agricola del nostro territorio. Affrontare il problema guardandolo in faccia e con grande onestà è per tutti, istituzioni, imprese e cittadini , prima di tutto un gesto di serietà".
 

In tutti gli interventi è stata sottolineata l'importanza che l'olio riveste per Reggello, e la grande preoccupazione che gli effetti climatici stanno avendo sull'agricoltura. Per questo è stato chiesto di mettere in campo strumenti per evitare il ripetersi di queste situazioni che potrebbero purtroppo non essere più straordinarie.

Tutte le forze politiche hanno presentato una risoluzione, votata all'unanimità, il consiglio comunale all'unanimità, ha deciso di sospendere l'edizione: "azione necessaria per difendere il prestigio della manifestazione e la qualità dell'olio di Reggello". Allo stesso tempo "invita la Regione Toscana a richiedere al Governo la dichiarazione dello stato di calamità per i danni provocati dalla mosca olearia". 

E infine "richiede alla Regione di prevedere tramite Artea un sistema di monitoraggio ed informazione capace di prevenire ed informare le aziende ed i cittadini circa la temporalità dei trattamenti da effettuare nonchè circa i principi attivi da impiegare per combattere tempestivamente i parassiti dell'olivo".

E' stato anche richiesto un confronto pubblico con l'assessore regionale all'Agricoltura, Gianni Salvadori. "Una situazione così drammatica, non solo per Reggello ma per tutto il settore italiano,  non deve ripetersi" questo il messaggio lanciato con l'assemblea di ieri sera.

Articoli correlati