02, Dicembre, 2022

Sorpreso a rubare gemme di rose nel Roseto Fineschi. Non è il primo furto

Più lette

In Vetrina

A sorprendere l’uomo nella zona che ospita le Galliche e le Centifolie è stato il personale della vigilanza. Erano state già prelevate gemme da ben 40 varietà di rose

È stato sorpreso dal personale della vigilanza a rubare gemme di rose all'interno del Roseto Fineschi di Cavriglia nella zona che ospita le Galliche e le Centifolie. I fatti risalgono allo scorso 11 giugno. Le gemme, proprio in questo periodo, servono per gli innesti.

L'uomo, una volta scoperto, si è rifiutato di parlare e non ha fornito le generalità. La refurtiva, però, nonostante il rifiuto dello sconosciuto a restituirla, è stata recuperata. Il furto, in realtà, comprendeva 40 gemme di ben 40 varietà appartenenti a famiglie diverse: Rambler antichi, Damascene, Ibride Rifiorenti, Bourboniane, Chinensis, Miniature, Galliche e Ibride di Tè.

L'uomo aveva una lunga lista di nomi delle varietà da prelevare con l’ubicazione delle rose prescelte all’interno del Roseto. Aveva le etichette per contrassegnare le varietà, le forbici e tutto il kit necessario per trafugare materiale vegetale.

Fino al 2010, purtroppo, episodi simili sono stati molti, poi la vigilanza istituita all'interno del Roseto ha reso più difficili i furti. Adesso i controlli saranno intensificati.

Il Roseto Botanico “Carla Fineschi” è un luogo d'eccezione per gli amanti e i coltivatori del settore: nato nel 1967 per volontà del professor Gianfranco Fineschi raccoglie specie e ibridi di rose da tutto il mondo. Rappresenta una collezione privata esclusiva nel suo genere, senza fini di lucro, ma con l’unico interesse di costituire una collezione scientifica di materiale vivente. Oggi le varietà di rosa presenti sono oltre 6.000.

Articoli correlati