20, Luglio, 2024

Sfida da giganti per nove giovani nuotatori valdarnesi: affronteranno la traversata in mare aperto all’Elba

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si allenano ogni giorno al Centro del nuoto di Montevarchi con la coach Eleonora. Hanno fra i 9 e i 13 anni. E il 21 giugno affronteranno un’impresa sportiva che richiede grande impegno e forza di volontà: quasi quattro chilometri a nuoto nel mare dell’isola d’Elba

Affrontare un circuito chiuso di mezzo fondo in mare aperto, nella costa dell'isola d'Elba: 3,8 chilometri a nuoto senza sosta. Una sfida sportiva enorme, quella che hanno deciso di affrontare nove ragazzi che si allenano al Centro Nuoto di Montevarchi. Il nuoto è la loro passione da una vita, a questo sport dedicano tempo e impegno durante tutto l'anno. E ora hanno deciso di affrontare anche quesa impresa.

Si respira un grande entusiasmo, alle piscine di Montevarchi, dove il gruppo si allena. Sono nove ragazzi giovanissimi, hanno fra i 9 e i 13 anni: il più piccolo, Matteo Stagni, è nato nel 2006; i più grandi, Damiano Bicci e Alessandro Stagni, sono nati nel 2002. In mezzo ci sono Pietro Nardi, Niccolò Sisti, Matteo Rossi, Lorenzo Berretti, Emanuele Gambassi e l'unica femmina del gruppo, Clara Batignani

Ad allenarli è Eleonora Tommasi, che ha avuto il grande merito di creare un gruppo affiatatissimo. "Senza di lei non ci sarebbe stata questa squadra, questa voglia di allenarsi e questa passione per il nuoto", dicono i genitori dei nove ragazzi. Anche loro partecipano al 'gruppo': non solo per l'impegno di seguire i figli, portarli agli allenamenti, andare con loro durante l'anno alle gare del campionato Fin esordienti a cui partecipano. Uno dei genitori, infatti, ha deciso di cimentarsi con i ragazzi nella sfida all'Elba: dopo anni lontano dalle piscine, proverà la traversata a nuoto. 

Per i giovani nuotatori, la preparazione è in corso. "Sono capaci di affrontare questa impresa – spiega la coach – si allenano durante tutto l'anno, cinque giorni a settimana, in un orario sfiancante, visto che il loro turno è alle 7 di sera. Ogni allenamento equivale a 5 o 6 chilometri a nuoto. Per loro, semmai, la sfida sarà proprio quella di nuotare in mare aperto, nell'acqua fredda e mossa, completamente diversa dalle piscine a cui sono abituati. Ma questo non li spaventa, anzi: ci sarebbero altri nuotatori pronti a partire, ma sono ancora troppo piccoli per il regolamento. Dovranno aspettare il prossimo anno". 

Il 21 giugno è la data della competizione. Partiranno insieme a tanti adulti, al largo dell'isola d'Elba. Per il percorso da 3,8 chilometri, che dovranno affrontare questi nove giovani atleti valdarnesi, ci saranno delle boe in mare a disegnare il circuito. Tempo previsto? "Fra un'ora e mezzo e due ore, molto dipende dalle condizioni del mare", spiega Eleonora. Mentre il gruppo è già in acqua ad allenarsi. 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati