06, Febbraio, 2023

Senso di comunità ai tempi del Covid-19: foto, pensieri e disegni per il periodo che stiamo vivendo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

A Cavriglia nasce il progetto per immortalare e ricordare il periodo che stiamo vivendo, provando ad immaginare il futuro

Comunità, unione, vicinanza: sono i concetti che rimangono idealizzati in tutti noi anche nel periodo dell'emergenza Covid-19, nonostante la vita quotidiana sia fortemente mutata in ogni famiglia.

Proprio per rinforzare il significato di queste parole ecco il concorso “Foto, colori e
pensieri per immortalare questa nostra (stra)ordinarietà”,
promosso dall'associazione
“Liberilibri” e dal museo MINE del vecchio borgo di Castelnuovo, con il patrocinio
dell'Amministrazione Comunale di Cavriglia. L'evento è rivolto a tutti i valdarnesi, maggiorenni e non, e riguarda l'elaborazione e la messa in competizione di opere di natura artistica e culturale che vogliano appunto sviluppare le tematiche di vicinanza e comunità così stravolte dall'emergenza Coronavirus, permettendo così a chiunque voglia di raccontare con pensieri o fotografie il periodo che stiamo vivendo.

Il concorso si divide in tre categorie: una sezione fotografica, una sezione letteraria (prosa o poesia) e un sezione grafica, con quest'ultima attraverso disegni di bambini suddivisi in due fasce d'età (dai 4 ai 7 anni e dai sette agli undici). Per partecipare al concorso occorrerà spedire all'indirizzo di posta elettronica immortalare.liberilibri@gmail.com la scheda di iscrizione, facilmente scaricabile dagli spazi social dell'organizzazione, debitamente compilata in ogni sua parte entro il 15 giugno 2020. In caso di partecipanti minorenni, occorrerà ovviamente l'autorizzazione da parte di un genitore. Ogni partecipante potrà consegnare una sola opera per categoria con materiale inedito e realizzato proprio per questa occasione, e la modalità di invio sarà o tramite la medesima mail o attraverso la pubblicazione diretta in formato digitale sulla pagina facebook di “Liberilibri”.

Al termine del concorso, saranno scelte le dieci migliori opere inviate per ciascuna categoria e tra queste una giuria decreterà le prime tre considerando i contenuti, la forma espositiva, le emozioni e la creatività. Agli autori delle composizioni vincitrici sarà consegnato un attestato e le opere sarannoesposte in una mostra allestita presso il museo MINE, una volta terminato il periodo di emergenza.

Articoli correlati