27, Giugno, 2022

Sbloccati i fondi del patto di stabilità per interventi di straordinaria urgenza: il comune di Bucine pronto per il progetto sul Lusignana

Più lette

In Vetrina

Il sindaco Testi ha annunciato che a breve, già entro l’estate, sarà pubblicato il bando di gara per la messa in sicurezza del torrente all’altezza della frazione di Badia a Ruoti, grazie allo sblocco di fondi concesso dalla Regione Toscana

“Con una delibera di giunta, la Regione Toscana ha concesso delle risorse ai comuni, sbloccando il patto di stabilità. Per il comune di Bucine significa provvedere ai lavori sul Lusignana. Con soddisfazione il sindaco Sauro Testi ha annunciato che dopo numerosi appelli, l’ultimo anche pochi mesi fa e la lettera al Ministro dell’Ambiente, venerdì è arrivata la conferma dello sblocco.
 
I fondi sono stati concessi per interventi di straordinaria urgenza e all’amministrazione di Bucine sono stati destinati 287.000 euro: una cifra che permetterà di pubblicare a breve, entro l’estate, il bando di gara per avviare i lavori della cassa d’espansione sul torrente Lusignana, all'altezza della frazione di Badia a Ruoti, in collaborazione con la Provincia d’Arezzo.

“La sua realizzazione alzerebbe notevolmente il livello di sicurezza in un’area che coinvolge circa 6.000 persone e che negli ultimi venti anni è stato più volte oggetto di alluvioni con danni gravissimi che nel 1992 causarono anche una vittima”, aveva ricordato il sindaco nei mesi scorsi. L'ultima esondazione del Lusignana in ordine di tempo è stata registrata lo scorso ottobre. Il progetto definitivo della cassa d'espansione avrà un costo di realizzazione di 830.000 euro.
 

Articoli correlati