06, Febbraio, 2023

Rotonda di via Chiantigiana, non si ferma la polemica. Avanti Montevarchi: “Sprovvedute le dichiarazioni di Posfortunato”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il gruppo di opposizione si scaglia contro le parole pronunciate dall’assessore ai lavori pubblici del comune di Montevarchi in merito alla nuova rotatoria realizzata su via Chiantigiana

Ancora polemiche a Montevarchi per la nuova rotatoria di via Chiantigiana, realizzata in sostituzione della sistemazione provvisoria con new jersey che era stata delineata circa un anno fa. Alle critiche dei residenti di via dell'Ossaia e delle zone limitrofe, concentrate sul fatto che una rotatoria di quelle dimensioni, in quel punto, non avrebbe rallentato assolutamente il traffico, creando se possibile ancora più disagi, ha risposto l'assessore ai lavori pubblici Posfortunato, garantendo la conformità dell'opera alle norme. 

Oggi a parlare è il gruppo di opposizione Avanti Montevarchi, che definisce “sprovvedute e approssimative” le dichiarazioni dell’assessore Posfortunato. "Polemiche inutili con i residenti a conferma e a dimostrazione che l’assessore non conosce bene il territorio comunale e le sue tante necessità. Né come amministratore né tantomeno come tecnico le frasi espresse dall’assessore Posfortunato hanno una logica".

È proprio sulle modalità con cui è stata realizzata quella rotatoria, che si concentrano le critiche. "La dimensione e le caratteristiche della sistemazione stradale in oggetto non possono essere definite da un singolo amministratore bensì dalle normative vigenti, e non è un caso che nello specifico gli strumenti urbanistici vigenti prevedevano in quel punto una “vera” rotatoria. Le caratteristiche delle vie che lì si incrociano ed i volumi di traffico delle stesse non sono comparabili, e all’interno della “pseudo” rotonda le auto non riescono a scambiarsi creando una vera situazione di pericolo".

"La sistemazione effettuata è parziale e provvisoria – attaccano i consiglieri Ricci e Camiciottoli – e non migliora un bel niente gli standard di sicurezza e purtroppo permangono tutte le criticità che in questo anno sono state più volte evidenziate e denunciate. Quello effettuato è solo il restyling di una cosa precaria, provvisoria e a nostro giudizio non idonea, fatta con jersey che si muovevano lungo la carreggiata e cartelli non ben fissati che in questi mesi di “prova” hanno registrato una serie di incidenti stradali di non poco conto".

A questo punto, il gruppo Avanti Montevarchi chiede che si provveda alla sistemazione definitiva: "C’è bisogno che venga prontamente programmato e realizzato il corretto intervento di sistemazione dell’area che consiste nella costruzione della vera e propria rotatoria prevista, purtroppo, dall’amministrazione Chiassai solo nel 2020. Chiediamo, quindi, di anticipare l’intervento previsto all’anno 2018 e confidiamo che l’amministrazione si impegni di più per realizzare i tanti interventi necessari sulla viabilità di cui Montevarchi ha bisogno". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati