06, Febbraio, 2023

Rimodulata la convenzione sul disagio ambientale: una parte alla scuola del Doccio

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Accordo raggiunto tra i sindaci di San Giovanni e Terranuova, Valentina Vadi e Sergio Chienni. Decisione necessaria per poter usufruire del contributo della Regione. Lavori anche al cimitero della Badiola con la partecipazione del comune terranuovese

La convenzione sul disagio ambientale tra i comuni di San Giovanni e Terranuova, siglata per il periodo 2017 – 2021 e che porta nelle casse sangiovannesi 1milione e 800mila euro, sarà rimodulata. Le risorse ottenute per i problemi legati alla discarica di Podere Rota nell'area Badiola, viale Gramsci e Oltrarno e indirizzate prevalentemente alla viabilità saranno adesso destinate anche alla demolizione e ricostruzione di una parte della scuola del Doccio.

Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni

 

"Per la scuola del Doccio è stato necessario individuare entro la fine di quest’anno una quota parte comunale per completare e non perdere il contributo erogato dalla Regione Toscana: è stato deciso pertanto di utilizzare una parte del disagio ambientale con l’obiettivo di risistemare la scuola oltrarno e far ricadere l’indennità del disagio sul quartiere che più di tutti subisce gli effetti della discarica di Podere Rota".

 

Sergio Chienni, sindaco di Terranuova

 

Lavori, poi, anche nell'area verde della Badiola e al cimitero. In questo caso compartecipa alle spese il Comune di Terranuova per risistemare la struttura. Cosa, tra l'altro chiesta da tempo dai residenti.

 

Allo stesso modo la Regione Toscana nei mesi passati ha assegnato al Comune di San Giovanni Valdarno 75.000 euro per fare interventi relativi alla sicurezza stradale lungo la strada regionale 69. Anche questo importante contributo per non essere perso è stato cofinanziato con la rimodulazione della convenzione sul disagio ambientale: lo scopo dunque è stato quello di realizzare concretamente interventi in parte sostenuti da finanziamenti pubblici. Fa il punto Lorenzo Cursi, vicesindaco di San Giovanni.

 

Articoli correlati