28, Settembre, 2022

Rignano ricorda la strage del Focardo, commemorazione al cimitero della Badiuzza

Più lette

In Vetrina

Ricordata alla presenza di istituzioni e rappresentanti religiosi la strage in cui la famiglia Einstein fu trucidata dai nazisti nella notte tra il 3 e il 4 agosto 1944

Si è celebrata questa mattina, puntuale come ogni anno, la commemorazione della Strage del Focardo, in cui la famiglia Einstein fu trucidata dai nazisti nella notte tra il 3 e il 4 agosto 1944. La comunità di Rignano, con l'Amministrazione comunale, si è ritrovata presso il Cimitero della Badiuzza per ricordare quella strage. 

 

Il 3 agosto le SS in ritirata si fermarono nella villa in cui viveva la famiglia di Robert Einstein, cugino dello scienziato Albert. Lui non c'era, e i tedeschi se la presero con la moglie e con le figlie Luce e Annamaria: le interrogarono, poi le trucidarono e dettero fuoco alla villa. Si salvarono le due cugine, Lorenza e Paola Mezzetti, diventate testimoni della strage. Robert non superò mai il dolore, e si uccise l'anno successivo. 

 

Hanno presenziato la Presidente del Consiglio comunale e il Sindaco di Rignano, la pastora Letizia Tomassone della Chiesa Valdese, David Liscia presidente Comunità Ebraica di Firenze, il presidente ANEI Orlando Materassi, Paolo Banci per ANPI Rignano-Reggello, la Presidente del Consiglio comunale di Pontassieve, la Città Metropolitana di Firenze nonché Don Gabriele Bandini e le associazioni del territorio.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati