26, Giugno, 2022

Rifiuti: all’Istituto magistrale è partito il progetto sulla raccolta differenziata

Più lette

In Vetrina

L’iniziativa è stata organizzata dall’amministrazione comunale, dalla scuola e da Sei Toscana, il gestore unico dei rifiuti per le province di Arezzo, Siena e Grosseto. Lo scopo è sensibilizzare i ragazzi

Ha preso il via il progetto di raccolta differenziata nell’Istituto Magistrale Statale organizzato dall'amministrazione comunale di San Giovanni, Sei Toscana, il gestore unico dei rifiuti delle province di Arezzo, Siena e Grosseto e la scuola. Più di mille studenti coinvolti.

L’istituto scolastico di San Giovanni si è dotato di contenitori in plastica riciclata destinati alla raccolta del multimateriale (plastica, alluminio, vetro) e di contenitori in cartone per la raccolta del materiale cartaceo che sono stati distribuiti in tutte e 49 le classi della scuola. I ragazzi adesso dovranno differenziare i rifiuti prodotti quotidianamente per poi conferirli all’interno degli appositi cassonetti posizionati all’esterno dell’edificio.

"Il personale di SEI Toscana ha incontrato i rappresentanti degli studenti, i professori ed il personale amministrativo della scuola per spiegare le corrette modalità di conferimento dei rifiuti e tutti i vantaggi che una buona raccolta differenziata può portare al territorio permettendo l’avvio al riciclo ed al recupero di tutti quei materiali altrimenti destinati alla discarica".

“Abbiamo trovato una grande disponibilità da parte del personale dirigente e degli alunni della scuola – afferma David Corsi, assessore all’ambiente del comune di San Giovanni – questo ci fa ben sperare nel successo del progetto non solo dal punto di vista delle quantità raccolte ma soprattutto per il segnale educativo condiviso per una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e le corrette modalità di differenziazione. È un primo passo che proveremo a replicare in tutti gli altri plessi sperando di trovare lo stesso entusiasmo. Mi auguro che SEI Toscana divenga per noi un partner sempre più strategico ed indispensabile per ampliare i servizi ma soprattutto per educare i cittadini ad una corretta pratica di differenziazione. Solo in questo modo avremo la possibilità di perseguire gli obiettivi sfidanti che ci siamo dati”.

Il personale di SEI Toscana ritirerà la carta ed il cartone ogni mercoledì mattina, il multimateriale e il rifiuto indifferenziato, invece, in concomitanza con gli svuotamenti previsti per i cassonetti stradali vicini all’istituto scolastico. Verranno anche monitorati i conferimenti effettuati dagli studenti, verificando quantità e qualità dei materiali gettati nei cassonetti.

“Siamo felici di poter dare il nostro supporto a questo progetto – commenta Simone Viti, presidente di SEI Toscana – è molto importante sensibilizzare da subito gli studenti a queste tematiche. Responsabilizzare da subito al problema dei rifiuti significa infatti iniziare un processo di educazione a comportamenti consapevoli e rispettosi della natura che faranno dei nostri ragazzi dei cittadini amanti della città e del territorio in cui vivono”.

 

Articoli correlati