01, Febbraio, 2023

Palestra, il Centro sinistra chiede l’attuazione della convenzione del 2015, le Liste civiche una Commissione d’inchiesta

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

In Consiglio comunale passa la mozione del gruppo di maggioranza, il gruppo delle Liste civiche sangiovannesi si astiene: “Chiedevamo un confronto e un chiarimento davanti a tutti i consiglieri comunali fra Comune di San Giovanni e Provincia di Arezzo”

Nel Consiglio comunale di San Giovanni si è parlato anche della questione della palestra, una struttura che ha visto la querelle e il botta e risposta tra la Presidente della Provincia di Arezzo Silvia Chiassai Martini, che richiede al Comune 540mila euro, somma versata nel 2006 per la realizzazione di una palestra a servizio delle scuole superiori, mai realizzata, e il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi, che respinge le accuse e afferma che alla Provincia sono state inviate varie proposte progettuali che non hanno avuto risposta. (vedi notizie correlate)

Il gruppo Centro Sinistra per San Giovanni ha presentato una mozione in cui si chiede alla Provincia di dare attuazione alla convenzione del 2015 e di consentire al comune di San Giovanni Valdarno di costruire la nuova palestra. La mozione è stata approvata con i voti favorevoli del gruppo Centro sinistra per San Giovanni e del Movimento 5 stelle, e le astensioni delle Liste civiche sangiovannesi e del gruppo Lega – Salvini Premier. 

"La nostra volontà, come quella dell’amministrazione comunale, è quella di costruire questa palestra, e lo dimostra il fatto che fin dai primi mesi successivi all’insediamento della nuova giunta, essa si sia attivata per dar seguito a tale convenzione. Ci chiediamo quindi quale sia il reale interesse delle Liste Civiche e della Lega, considerando che entrambi hanno votato a favore di una mozione, poi non passata, in cui si chiedeva di istituire una commissione di inchiesta Speciale inerente i ritardi relativi alla costruzione della palestra. Se veramente sono interessati alla realizzazione della palestra, perché si sono astenuti alla votazione di una mozione in cui si chiede proprio quello, allineandosi quindi alla posizione della presidente della provincia, a discapito dei cittadini sangiovannesi? La sensazione triste che abbiamo avuto è che i fatti non interessano, ma solo dilazionare, impedendo – di fatto – che San Giovanni abbia la palestra in tempi rapidi. Si cercano pretesti per portare l’azione di governo verso il porto delle nebbie. Tutti zitti fintanto che non veniva fatto nulla. Forse c’è qualcuno che è rimasto infastidito dal fatto che questa amministrazione invece sta procedendo spedita?".

Il gruppo Liste civiche sangiovannesi, dal canto suo, aveva presentato una mozione per l’istituzione di una Commissione d’inchiesta sui ritardi relativi alla costruzione della palestra.

"Tale richiesta era volta a fare chiarezza e soprattutto a creare una vera occasione di confronto e chiarimento davanti a tutti i consiglieri comunali fra Comune di San Giovanni e Provincia di Arezzo. L’unica commissione che permette questa evenienza è appunto quella di inchiesta. La maggioranza ed il gruppo dei 5stelle hanno ritenuto di non votare la nostre proposta, ci chiediamo e chiediamo a tutti i cittadini sangiovannesi, perché? Perché non si vuol fare chiarezza? Di cosa ha paura il PD sangiovannese? Siamo convinti che una commissione di tale natura avrebbe sicuramente fatto chiarezza sui ritardi e sulle richieste della Provincia. Di conseguenza si sarebbero create quelle condizioni volte ad un accordo fra Provincia e Comune per permettere finalmente la costruzione della palestra dopo 15 anni di colpevole ritardo. Palestra che se fosse stata costruita nei tempi previsti avrebbe permesso notevoli risparmi di risorse pubbliche utilizzate invece per pagare affitti di strutture non pubbliche".

Articoli correlati