18, Agosto, 2022

Nasce il parco darte a cielo aperto dedicato alle vittime del Covid in Italia e nel mondo

Più lette

In Vetrina

Con la seconda edizione del simposio “Pietra Sublime”, nasce il parco d’arte dedicato alle vittime del Covid, arricchito dalle sculture dei dodici artisti che parteciperanno all’evento

In occasione della seconda edizione di “Pietra Sublime”, il Simposio Internazionale di Scultura a Cavriglia che vedrà la partecipazione di 12 artisti, viene inaugurato il Parco d’Arte a cielo aperto dedicato alle vittime del Covid in Italia e nel mondo.Il luogo è Bellosguardo a Cavriglia, sopra ai terreni di riporto dell’area della ex miniera dove nel corso degli ultimi anni la rifunzionalizzazione ha portato alla costruzione di un parco fotovoltaico e alla realizzazione di due circuiti ciclopedonali in mezzo al verde.
 
È qui che sta per iniziare la seconda edizione di “Pietra Sublime”, Simposio di scultura monumentale con 12 artisti in arrivo da tutto il mondo per scolpire ognuno un blocco in travertino alto quasi tre metri. Alla base dell'idea dell'evento c'è la volontà di evidenziare l'arte, e in questo caso appunto la scultura, come strumento di bellezza, dialogo tra i popoli, pace e cooperazione internazionale ma anche quello fondamentale di ricordare tutte le vittime del COVID in Italia e nel mondo. Il Simposio, con l’alto patrocinio ed il contributo della Regione Toscana e del Parlamento Europeo, è organizzato dall'Amministrazione Comunale di Cavriglia in collaborazione con AIESM, Associazione Internazionale Eventi di Scultura Monumentale ed il supporto tecnico della Sicureco.
 
L’obiettivo è quello di lasciare una testimonianza forte e perenne della pandemia ma anche dare un senso di rinascita al mondo attraverso l’arte. Tutti questi messaggi sono validi in un periodo come l'attuale, devastato dal Covid-19, nel quale forzatamente si è persa la dimensione della socialità. L'evento sarà inaugurato il 30 maggio (anche se gli scultori saranno presenti fin dal 26 di questo mese) e si chiuderà il 13 giugno: durante questo periodo i dodici scultori lavoreranno in piena sicurezza e mantenendo il distanziamento interpersonale.
 
Durante il periodo del simposio sono previsti appuntamenti culturali ed incontri con gli scultori che permetteranno a tutti di riflettere sul ruolo dell'arte come veicolo della bellezza. Le statue una volta collocate nel Parco saranno illuminate. Gli scultori del Simposio, selezionati dopo un'approfondita cernita da parte dell'organizzazione tecnica e scientifica, quest'anno arriveranno da: Italia, Slovenia, Spagna, Austria, Germania, Olanda, Armenia, Giappone, Cina, Iran e Corea del Sud ed avranno la possibilità di realizzare ogni singolo progetto con blocchi di travertino. 
 
La presentazione ufficiale del Simposio “Pietra Sublime” è avvenuta ieri in Regione
Toscana alla presenza del Presidente Eugenio Giani. “Quale strumento migliore dell’arte per dare un messaggio di speranza”, ha detto il Presidente – “L’edizione 2021 del Simposio Internazionale di Scultura Pietra Sublime che riparte dopo un anno di stop a causa della pandemia, è un grande segnale di rinascita per Cavriglia e per il Valdarno, per gli artisti che vi parteciperanno e per tutti coloro che vorranno cogliere quest’occasione per vedere all’opera scultori di caratura internazionale. Un’occasione unica, pensata all’insegna non solo della bellezza ma anche del dialogo tra i paesi e dello scambio culturale che arricchisce la comunità e, nel contempo, permette a tutti di riflettere sul ruolo dell’arte”.
 
Il Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni. “È proprio alle vittime del Covid ed a tutti coloro che hanno sofferto in questo periodo atroce che abbiamo pensato per creare questo suggestivo Parco d’arte. Vogliamo lanciare un messaggio
di rinascita attraverso l’arte e la bellezza; siamo convinti che le nostre fatiche saranno
ripagate in termini di apprezzamento da parte degli appassionati di arte ma anche di tutti i
cittadini."
 

Articoli correlati