01, Febbraio, 2023

Maltempo, allerta rientrata. Riaperti sottopassi e strade. Domani lavori alla comunale per Poggio alla Croce

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nessun problema per campo sportivo Incisa; sottopassi e strade libere. La Regione ha richiesto stato emergenza nazionale. Ancora chiusa la strada Poggio alla Croce – Incisa, domani i lavori

Terminato lo stato di allerta Figline Incisa conta i danni causati dal maltempo al territorio. Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha dichiarato lo stato di emergenza regionale e nelle prossime ore sarà chiesto al Governo un'analoga dichiarazione di emergenza nazionale, consentendo così di attivare finanziamenti e di velocizzare le procedure a favore sia dei soggetti pubblici che privati. Per questo anche il Comune di Figline e Incisa Valdarno sta valutando i danni.

Rimane chiusa, a causa di una frana, la comunale che dall'Entrata di Incisa porta fino a Poggio alla Croce. Il problema è complesso. Intanto è già stato programmato un intervento per ripristinare il transito interrotto 200 metri prima del bivio per il cimitero. Domani inizieranno i lavori che, entro la fine della settimana, porteranno a istituire un senso unico alternato. Poi seguirà un esame attento del problema per decidere quale soluzione migliore attuare.

Tra le buone notizie, invece, c'è la riapertura dei sottopassi e delle strade di Figline e di Incisa e il fatto che il campo sportivo incisano non ha subito danni: dopo un lavaggio al manto in sintetico si potrà tornare a svolgere regolare attività.

Il sindaco Giulia Mugnai, questo pomeriggio,  ha poi seguito insieme all’ufficio Lavori pubblici i lavori sul torrente Cesto a Figline.

“Rientrata l’allerta – ha commentato il sindaco Mugnai – tengo a ringraziare ancora una volta gli operatori di Protezione civile e i dipendenti comunali che in questi giorni si sono spesi giorno e notte per garantire ai cittadini il supporto necessario a superare questa emergenza. Adesso attendiamo le istruzioni da parte della Regione per attivare le procedure di richiesta danni e di questo informeremo la cittadinanza appena avremo notizie certe”.

Articoli correlati