08, Dicembre, 2022

L’ultimo addio a Maura Corazzi, lutto cittadino a Laterina Pergine per la mamma colpita da una polineuropatia

Più lette

In Vetrina

Grande commozione e tanti messaggi di cordoglio per la morte di Maura Corazzi, la madre di Laterina Pergine che da oltre dieci anni, dalla nascita del suo terzo figlio, lottava con una grave patologia, poi diagnosticata in una polineuropatia motoria, sensitiva, infiammatoria, cronica di tipo mielino-assonopatico. La donna aveva progressivamente perso la mobilità, finendo immobilizzata in un letto: riusciva ancora a comunicare con i propri cari attraverso un puntatore oculare, e con il marito Luciano a fianco continuava a portare avanti la sua battaglia, raccontando in un blog la sua storia e promuovendo anche iniziative di solidarietà a cui in molti rispondevano con entusiasmo.

Ieri l’annuncio della morte, avvenuta all’Ospedale del Valdarno, dove la donna si trovava. Il marito Luciano ne ha dato l’annuncio, scrivendo tra l’altro: “La celebrazione della S. Messa sarà a Laterina, Chiesa dei SS. Ippolito e Cassiano, domenica 16 ottobre, ore 10, e poi Maura riposerà a Ganghereto. Ma veramente è già sorridente, cammina e corre libera nella luce di Dio. Il nostro abbraccio di vera gratitudine e di profondo affetto a voi. Luciano per Maura, con Giacomo, Matteo e Tommaso”.

Tutta la comunità di Laterina Pergine è in lutto. “Il Sindaco proclama il lutto cittadino fino alla conclusione della cerimonia funebre per la perdita della cara concittadina Maura Corazzi, intendendo manifestare in modo tangibile e solenne il dolore ed il cordoglio del Comune di Laterina Pergine Valdarno per questo grave lutto che ha colpito profondamente tutta la cittadinanza. L’Amministrazione esprime sincera vicinanza e partecipazione al dolore dei familiari. A Luciano, Giacomo, Tommaso e Matteo va l’abbraccio collettivo di tutta la nostra comunità e le più sentite condoglianze per la perdita di una donna straordinaria, esempio di amore e luce per tutti coloro che hanno avuto il privilegio di starle accanto”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati