15, Agosto, 2022

La Questura di Arezzo chiude per un mese una discoteca con ristorante – pizzeria

Più lette

In Vetrina

Sospese le attività di somministrazione di alimenti e bevande e quelle relative alla discoteca. Il decreto del Questore di Arezzo arriva sulla scia della proposta dei carabinieri della stazione di Terranuova “che hanno segnalato come quel locale, negli ultimi anni, sia diventato ritrovo abituale di pregiudicati o comunque di persone dedite all’ubriachezza, costringendo gli stessi Carabinieri ad effettuare numerosi interventi per sedare risse o diverbi tra gli stessi avventori”

Il Questore di Arezzo, con decreto notificato oggi, ha disposto, sospendone l'attività di somministrazione di alimenti e bevande e quella relativa al ballo, la chiusura per trenta giorni di una discoteca, con annesso ristorante-pizzeria nel comune di Terranuova.

L'atto è stato redatto sulla scia della proposta dei carabinieri della stazione terranuovese "che hanno segnalato come quel locale, negli ultimi anni, sia diventato ritrovo abituale di pregiudicati o comunque di persone dedite all’ubriachezza, costringendo gli stessi carabinieri ad effettuare numerosi interventi per sedare risse o diverbi tra gli stessi avventori".

"In numerose circostanze, tutte dettagliatamente descritte, sono stati coinvolti anche ignari fruitori dei servizi del locale, che hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari, così come anche un addetto alla sicurezza. Inoltre sono stati effettuati specifici controlli finalizzati a contrastare l’attività criminosa dello spaccio di sostanze stupefacenti, con riscontri positivi e sequestro di droga".

Tutti gli elementi raccolti, da carabinieri e polizia nel corso di controlli, tra il 2010 e il 2014 secondo la Questura evidenzierebbero situazioni  "che hanno profondamente turbato la pubblica opinione ed ingenerato un diffuso e comprensibile senso di insicurezza".

"Pertanto, per quanto precede, allo scopo di ristabilire la pacifica convivenza sociale e ripristinare l’ordine e la sicurezza pubblica, turbati dagli episodi sopra descritti, il Questore, nella sua veste di Autorità provinciale di pubblica sicurezza, ha disposto la chiusura del locale con l’apposito provvedimento amministrativo".

 

Articoli correlati