20, Maggio, 2022

I fatti e i personaggi dello sport valdarnese da ricordare nel 2021

spot_img

Più lette

Sta finendo il 2021 e anche nel mondo dello sport è tempo di bilanci, pur tenendo presente che il Covid-19 ha portato a sospensioni e cancellazioni di vari eventi. Nonostante ciò non sono mancati momenti e  fatti che meritano di essere rivissuti, dopo avere selezionato quelli che, a nostro avviso, hanno regalato le soddisfazioni più belle.

Per il Montevarchi è stato un anno speciale: gli aquilotti dopo diciassette anni sono tornati fra i professiomisti, al termine di un campionato che li ha visti prima recuperare nove punti al Trastevere, poi vincere il torneo con un turno di anticipo e per di più espugnado il campo dei cugimi della Sangiovannese. Tale risultato era stato poi festeggiato co una serata di festa in piazza Varchi.

Un grande risultato  è stato quello  conseguito dalla Pallavolo Piandiscò, che aggiudicandosi la finale play-off contro Calenzano ha  conquistato per la prima volta nella sua storia il diritto di partecipare al campionato di  serie B2.

Restando fra gli sport di squadra, non hanno vinto il campionato di serie  A2 femminie girone Sud ma ci sono andate molto vicine le ragazze della Bruschi Basket San Giovanni che, dopo avere eliminatio la Nico Basket e Selargius, nella finale play-off si soo arrese al Faenza, ma lo hanno fatto solo alla bella.

Passando agli sport individuali, non si può che partire dalla ginnasta Lara Mori che ha realizzato quello che è il sogno di ogni atleta: partecipare alle Olimpiadi.  La cconvocazione per gareggiare come individualista (per il sio eserizio un medley dei Queen) è arrivata a 45 anni esatti dal suo tecnico, della Giglio di Montevarchi Stefania Bucci, olimpionica nel 1976 Montréal.

Il ciclismo si conferma discplina capace di regalare soddisfazoni. La giovane Elisa Ferri, dopo avere vinto il titolo nazionale di ciclocross lo scorsa anno nella categoria esordienti primo anno, è riuscita a ripetersi fra le esordienti del secondo anno, aggiudicandosi la prova tricolore che si è  disputata a Lecce. Sfrecciando per primo sul traguardo di Seano, dal canto suo Gabriele Benedetti è laureato campione italiano under 23 dopo una lunga fuga a otto.

Dimitri Monini è divenuto campione del mondo di kickboxing k-1 Etf categoria 60 kg. La vittoria al termine della seconda ripresa, per abbandono del rumeno Vaduva Pricop, salito sul ring da imbattuto e detentore del titolo.

Federico Arno ha invece conquistato la cintura di campione europeo di grappling XFC (Xtreme Fighter Champion), dopo che a Modena in pochi minuti ha avuto la meglio, con una veloce presa al collo, sul polacco Andrei Radu.

Gaia Pianigiani dell’Atletica Futura ai campionati italiani allievi indoor di Ancona  si è laureata campionessa italiana allieve nel salto in alto salendo fino alla misura di 1,76 metri.

Alessandro Lorenzini si è laureato campione italiano individuale under 25 di pesca sportiva. Nell’Idrovia padovana il giovane valdarnes è  riuscito a prevalere sia nel primo che nel secondo di settore, portando a casa il titolo.

 

Articoli correlati