23, Ottobre, 2021

Elezioni regionali, Giannelli: “Ospedale Serristori: fatti, non parole”

spot_img

Più lette

Giampaolo Giannelli, candidato per Forza Italia alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre
Collegio Firenze 2, Mugello – Val di Sieve – Valdarno fiorentino – Chianti Fiorentino

Giampaolo Giannelli, candidato per Forza Italia alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre Collegio Firenze 2, Mugello – Val di Sieve – Valdarno fiorentino – Chianti Fiorentino. "Nelle ultime settimane abbiamo assistito a tavoli, promesse, impegni, dichiarazioni di intenti, immancabili sotto elezioni. Ma la sindrome dell'"annuncite", tipica delle amministrazioni a guida PD, non deve distogliere lo sguardo da quello che è l'obiettivo primario. Occorre da subito procedere alla completa ristrutturazione del presidio e alla partenza dei cantieri. Occorre soprattutto, come chiedono i cittadini,  un ospedale strategico e non tutto ciò che è accaduto nei mesi scorsi, che sa  tanto di depotenziamento. Dopo aver assistito al taglio di servizi,  nei mesi scorsi, essenziali (pensiamo agli orari del pronto soccorso, al taglio dei 23 posti letto di Medicina A e i 2 posti letto di Sub-Intensiva portato avanti da Rossi/Saccardi/Morello, alla cronica carenza di anestesisti, che limita fortemente tutta l’attività chirurgica, ortopedica e traumatologica) sembra che ora i vertici regionali, e dell'Azienda sanitaria, facciano una retromarcia, almeno parziale".

"Ebbene, i cittadini sono stanchi di parole vuote, di promesse ed annunci. Quello che conta, ma per davvero, sono i fatti. Occorre una chiara salvaguardia del Serristori. Tutti i soggetti coinvolti devono andare verso una sola direzione: la tutela dello storico e prezioso presidio sanitario. L’ospedale “Serristori” di Figline Valdarno deve vedere mantenuti tutti i servizi necessari in maniera primaria. Perchè è inutile mantenere l'Ospedale nominalmente ma tagliando i servizi. Il rischio, altrimenti, è quello di un reale declassamento del presidio ospedaliero. E tutto il territorio non se lo può permettere. In questa vicenda c'è solo una parte giusta; quella dei cittadini. Siamo stati al loro fianco, in vario modo, nei mesi scorsi. E continueremo a farlo, in ogni modo".

 

 

Articoli correlati