19, Agosto, 2022

Covid-19, 45 gli operatori del San Donato vaccinati. 620 le dosi arrivate in Toscana

Più lette

In Vetrina

Le vaccinazioni sono iniziate nella mattina al quarto piano dell’ospedale. Presenti l’Assessore regionale alla salute, Simone Bezzini e il Direttore generale Asl Tse, Antonio D’Urso

620 sono state le dosi di vaccino anti covid arrivate in Toscana e dal 2 gennaio saranno 16.420 per coloro che sono in prima linea e per gli anziani nelle RSA. All'ospedale San Donato di Arezzo sono stati vaccinati 45 operatori che rappresentano le diverse professionalità e i cui nomi  sono stati estratti dagli elenchi delle varie categorie che si erano prenotate.

A ricevere la dose sono stati 13 infermieri, 12 medici, 1 assistente sanitario, 7 oss, 2 amministrativi, 1 ausiliario, 1 ingegnere, 1 farmacista, 2 biologi, 1 tecnico di laboratorio, 1 ostetrica, 1 fisioterapista, 2 ìtecnici di radiologia.

Presenti all'arrivo del vaccino anti covid l'assessore regionale alla salute, Simone Bezzini e il Direttore generale Asl Tse, Antonio D'Urso.

"Un momento di portata storica quello che stiamo vivendo stamani – ha detto il presidente Giani nella mattina a Careggi – un momento che parte dal presidio ospedaliero che per i toscani e per il centro Italia è un punto di riferimento e che segna il via per una fase importante e nuova. Con oggi inizieremo a costruire lo scudo protettivo per una popolazione che sta vivendo momenti difficili e assai delicati. Oggi è una partenza simbolica, con 620 vaccini in attesa della vera somministrazione che inizierà il 2 gennaio e porterà in quel mese 16420 dosi per coloro che sono in prima linea e per gli anziani nelle RSA e poi, si continuerà, man mano che arriveranno le indicazioni del Governo, raggiungendo oltre 3 milioni di persone in Toscana”.

Di giornata storica ha parlato anche l'assessore Simone Bezzini: “un giorno che dà a tutti motivo di grande speranza nel futuro – ha detto -.Un primo traguardo raggiunto grazie alla ricerca scientifica e all'impegno congiunto delle istituzioni a livello europeo, nazionale e regionale. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per la riuscita di questa fondamentale giornata di avvio della campagna di vaccinazione. La Toscana sta lavorando con serietà, lungimiranza e grande spirito di squadra, il nostro sistema sanitario è organizzato per affrontare al meglio questa sfida collettiva che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi. Auspico la più grande adesione possibile alla vaccinazione, solo con la tenacia e la fiducia si può vincere questa battaglia per la vita”.

Articoli correlati