17, Agosto, 2022

Commissione Futura, l’attacco di Siamo Montevarchi: “Questione politicamente grave”

Più lette

In Vetrina

Il movimento politico punta il dito contro la Commissione annunciata da Chiassai Martini: “Nelle parole del sindaco politicamente leggibile ben altro che non trita demagogia”

La nuova Commissione annunciata da Chiassai Martini finisce al centro dell'attacco politico di Siamo Montevarchi, che etichetta l'iniziativa come "l’ennesima trovata del sindaco di Montevarchi". Il movimento politico cita le parole della prima cittadina ("Non è un'iniziativa legata alla campagna elettorale, ma un modo per guardare al futuro, ai prossimi trent'anni. Un lavoro che resterà") e controbatte: "La campagna elettorale non c’entra niente… Ebbene se non c’entrano le elezioni, che altro?". 

"Il sindaco di Montevarchi ha mai letto lo Statuto Comunale? Se lo ha fatto ci spieghi dove è scritto che la Giunta ha potere di nominare una commissione in tal guisa. Studi bene quali sono gli istituti di partecipazione previsti nella “costituzione comunale”. Ma la questione è politicamente ben più grave – prosegue Siamo Montevarchi – le personalità che possano portare esperienze e competenze? Esiste già la possibilità per “le personalità”, ed invero per tutti i cittadini: chiamasi elezione democratica, basta che si candidino e vengano eletti, nessuno tarperà loro le ali, avranno tutti gli strumenti per portare esperienze e competenze. Insomma, è la democrazia; oppure è meglio scrivere sarebbe?". 

"Perché cari cittadini nelle parole del sindaco è politicamente “leggibile” ben altro che non trita demagogia. Non meglio specificate “personalita”, infatti, ci dovrebbero dire come spendere per i prossimi trenta anni le risorse che verranno dal recovery, pianificare le risposte politico-amministrative da dare ai bisogni della comunità, loro… non gli eletti dai cittadini! Si perché secondo tal visione o sei una “personalità”, o non hai voce in capitolo. Questo accade nel terzo millennio, nella civile e laboriosa comunità di Montevarchi, all’antivigilia della Festa della Repubblica che ricorda un referendum con il quale il popolo italiano le “personalità” provvide a mandarle in gita ad Oporto. Ed a Montevarchi tutti resteranno in silenzio? Noi non lo faremo!", conclude Siamo Montevarchi. 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati