04, Ottobre, 2022

Caserma, Asl e Ufficio postale chiusi: a Ponticino parte la raccolta firme. Futuro Comune: “Troppi disagi”

Più lette

In Vetrina

La chiusura è legata alle condizioni di inagibilità dell’edificio che ospitava i tre servizi, e che è stata chiusa lo scorso ottobre. Lunedì sera, per questo, il gruppo Futuro Comune ha organizzato un incontro con i cittadini e deciso di avviare una mobilitazione

Sala piena lunedì scorso a Ponticino per la riunione indetta dal gruppo di opposizione "Futuro Comune" in merito alla chiusura di tre servizi fondamentali per la frazione del comune di Laterina Pergine. Da ottobre 2019, infatti, a Ponticino sono stati chiusi Ufficio Postale, ASL e la locale Caserma dei Carabinieri, perché l'edificio che li ospitava è stato considerato a rischio, e non ha superato la verifica statica.

"Questi sevizi – ricorda Stefano Bellezza, capogruppo di Futuro Comune – venivano usufruiti da una popolazione di circa 2600-2800 cittadini residenti. Dopo quattro mesi, a tutt'oggi i servizi non sono stati ripristinati, e questa situazione sta creando numerosi disagi alla popolazione, sopratutto gli anziani, che se prima erano autosufficienti, ora non lo sono più e sono costretti a ricorrere a parenti o ad amici per poter continuare ad usufruire di tali servizi".

Disagi che riguardano in particolare la chiusura dello sportello ASL e delle Poste, con i prelievi e la riscossione delle pensioni spostati all'ufficio postale di Pergine: "Le persone sono costrette a fare più viaggi per poter riscuotere la propria pensione in quanto l'ufficio, non riuscendo a far fronte alle richieste, la eroga a rate". Tante le lamentele emerse nel corso della riunione, che si è chiusa con la decisione di dare vita ad una protesta per questa situazione: "Inizialmente partiremo con una raccolta firme, ma continueremo in varie forme fin tanto che i servizi non torneranno in paese". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati