03, Dicembre, 2022

Burocrazia e lentezza degli enti locali: Ricci dà ragione alle categorie economiche. “Occorre cambiare passo”

Più lette

In Vetrina

Qualche giorno fa l’accusa dei rappresentanti di imprese e aziende del Valdarno, che lamentavano la difficoltà di veder partire i progetti degli enti locali in tempi certi. Il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra concorde: “Chiederò alle Associazioni di categoria di condividere un percorso di innovazione e coraggio”

I tempi della politica sono incompatibili con quelli del mercato: il grido d'allarme, l'ennesimo, arrivato qualche giorno fa dal mondo economico del Valdarno trova oggi concorde il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra, Paolo Ricci. “Sono pienamente d’accordo con quanto sostenuto dalle categorie economiche del territorio”, spiega in una nota. 

Da una parte la necessità di sburocratizzare le procedure, dall'altra il bisogno di una promozione turistica del territorio che però finora è solo un progetto sulla carta. I rappresentanti di imprese e aziende del territorio avevano parlato di tempi elefantiaci, che non possono consentire al mondo economico di trarre alcun giovamento. 

“Occorre un piano speciale di sburocratizzazione – afferma oggi Ricci – e dobbiamo fissare con precisione un’agenda di obbiettivi che i comuni del territorio devono perseguire unitariamente. Quello della promozione e del marketing territoriale è uno degli obbiettivi prioritari. Il turismo e l’attrazione di investimenti devono essere uno dei motori di sviluppo per creare ricchezza e lavoro”.

Con Montevarchi che faccia da propulsore in questo senso: “Mi sono candidato – ha concluso – per cambiare verso e passo alla politica cittadina e di vallata. Chiederò alle Associazioni di categoria di condividere un percorso che dovrà essere definito dalle parole innovazione e coraggio”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati