20, Luglio, 2024

BiblioCoop arriva anche a Figline: al centro commerciale nuovo servizio per promuovere la lettura

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Dopo Montevarchi e San Giovanni, sbarca anche al centro commerciale figlinese l’iniziativa organizzata in collaborazione con le biblioteche comunali. Il prestito librario sempre più a portata di mano. All’inaugurazione sarà presente lo scrittore Marco Vichi

L'inaugurazione del nuovo servizio avverrà sbaato 7 febbraio alle 17, nello spazio soci del centro commerciale Coop.fi di via Ungheria a Figline. Si chiama “BiblioCoop”, ed è un punto gratuito di prestito e prenotazione libri nato dalla collaborazione tra la Biblioteca comunale “Marsilio Ficino” del Comune di Figline e Incisa, la Regione Toscana e Unicoop Firenze. Nell'ambito di un progetto che punta a promuovere la lettura nei luoghi della quotidianità, inclusi i centri commerciali. 

In Valdarno è il terzo: sono già stati attivati infatti due punti di prestito nei supermercati di Montevarchi e San Giovanni. A Figline saranno a disposizione un totale di 220 testi: tutti acquistati dal comune, con il finanziamento della Regione. Gli orari di apertura al pubblico sono fissati due volte alla settimana (mercoledì dalle 10 alle 12 e il venerdì dalle 17 alle 19) quando l’utenza verrà accolta, a turni, da 16 volontari, appositamente formati dal bibliotecario della “Marsilio Ficino”. Inoltre, accanto alla biblioteca tradizionale sarà allestito uno spazio dedicato al bookcrossing, lo scambio di libri.

All'inaugurazione sabato 7 febbraio, insieme all sindaca Giulia Mugnai, all’assessore alla cultura, Mattia Chiosi, al presidente della sezione soci Unicoop Firenze-Figline/Rignano, Luciana Vasetti e al direttore soci Unicoop Firenze, Luciano Rossetti, sarà presente anche lo scrittore Marco Vichi, affiancato dall’attore Lorenzo Degl’Innocenti, che leggerà dei brani tratti da alcune delle opere più note di Vichi. 

“L’idea di aprire un punto di prestito e lettura alla Coop – spiega l’assessore alla Cultura Mattia Chiosi – nasce dalla volontà di portare la lettura e la cultura nei luoghi in cui le persone si incontrano, rendendola il più possibile popolare e alla portata di tutti. Allo stesso tempo però, stiamo continuando ad investire sulle nostre biblioteche facendole tornare luogo di presentazione di libri e di eventi”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati