29, Settembre, 2022

Bekaert, storia del presidio dal 5 al 19 agosto. I fatti e i personaggi

Più lette

In Vetrina

Presentato in conferenza stampa il video dei 14 giorni di presidio davanti allo stabilimento di Figline

In tre minuti racconta gli stati d'animo, le paure, le ansie, le speranze dei 318 lavoratori della Bekaert di Figline a rischio licenziamento dopo l'annunciata volontà della multinazionale belga di chiudere la fabbrica. 14 giorni, dal 5 al 19 agosto, che hanno anche sancito la grandezza di una comunità che si è stretta intorno agli operai riuniti nel presidio organizzato davanti allo stabilimento figlinese.

Il video è stato presentato nel corso della conferenza stampa tenutasi in Comune e voluta dai lavoratori per ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto in concreto la loro causa.

Le cene, gli spettacoli a cui hanno preso parte artisti di ogni genere, la visita del Ministro dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, che ha promesso impegno per attivare gli ammortizzatori sociali e per la reindustrializzazione del sito, e quella di Sting che ha così attirato l'attenzione dell'opinione pubblica internazionale. E poi i cittadini, tanti, che sono passati dal presidio anche solo per un saluto, e la campagna “Io sto con i lavoratori Bekaert” promossa da Comune, Arci e Mcl: grazie alle magliette e alle spillette ha permesso di raccogliere 5000 euro, somma che aggiunta alle donazioni spontanee arrivate dal territorio ha costituito un fondo di oltre 12mila euro.

Tutto questo nel video che diventa così il simbolo di quanto sia importnate il senso della comunità e della solidarietà.

 

Articoli correlati