08, Febbraio, 2023

Atti vandalici alla palestra della scuola media Masaccio. Presentata una denuncia alla polizia municipale

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Canestro da basket rotto, sigarette e sporcizia. Il sindaco Valentina Vadi: “Gesti vergognosi e irresponsabili

Atti vandalici alla palestra della scuola Masaccio di San Giovanni: presentata una denuncia alla polizia municipale. A segnalare la vicenda all’ufficio cultura del Comune di San Giovanni Valdarno e al dirigente scolastico, il professor Francesco Dallai, è stato un referente dell’Asd Tennis Tavolo Valdarno.

Il professor Dallai durante il sopralluogo ha trovato il canestro da basket staccato dal tabellone e portato via provocando, su quest’ultimo, un grosso buco, alcuni pezzi di legno fuori dalla porta e sul pavimento della palestra e di uno spogliatoio mozziconi di sigaretta e sporcizia.

I teppisti si sono introdotti probabilmente tra venerdì sera e lunedì mattina. Secondo quanto riportato da Dallai, da lunedì 15 marzo, a seguito dell’ordinanza regionale, le lezioni si svolgono a distanza e nessun operatore scolastico – come nessuno dei pochissimi alunni con bisogni educativi speciali, seguiti dai docenti di sostegno – utilizza la palestra. Venerdì scorso i collaboratori scolastici, uscendo dall’edificio, hanno chiuso la scuola e hanno inserito l’allarme perimetrale. La sola porta a non essere provvista di allarme sembrerebbe l’unica da cui i vandali potrebbero essere entrati.

Secondo il sopralluogo della polizia municipale sembra non ci siano segni di effrazione agli ingressi. Le forze dell’ordine stanno indagando sul caso e, nel frattempo, la comunicazione di notizia di reato verrà trasmessa alla Procura di Arezzo.

“Stiamo attraversando un momento difficile – ha dichiarato il sindaco Valentina Vadi – che può provocare disagio e forte stress emotivo. Ma questo non giustifica atti vandalici che danneggiano beni comuni. Né, tantomeno, scagiona comportamenti irresponsabili che mettono a rischio la salute pubblica. Soprattutto adesso, in questo particolare e complesso periodo, occorrono rispetto e giudizio da parte ci cittadini di ogni età”.

 

 

 

Articoli correlati