28, Settembre, 2022

Assolto perchè il fatto non sussiste: termina la vicenda giudiziaria di un allevatore

Più lette

In Vetrina

La vicenda risale al 2014. Il titolare dell’allevamento valdarnese Le Mura era accusato di falso per la vendita di fagiani da ripopolamento all’ATC3. La sentenza lo ha completamente scagionato

Assolto perchè il fatto non sussite: Francesco Altieri, titolare dell'allevamento Le Mura, finito nell'inchiesta della Procura di Arezzo in merito a un presunto abuso d'ufficio nell'acquisto di fagiani, è stato prosciolto dall'accusa di falso.

"Il mio è un allevamento di qualità. Di illegale non c'è niente", aveva detto nel 2014 quando fu rinviato a giudizio insieme ad altre sei persone. Adesso il Tribunale di Arezzo gli ha dato ragione.

Secondo il PM le procedure per l'acquisto di fagiani da ripopolamento effettuate tra il 2010 e il 2013 per 200.000 euro da parte dell'ATC3 non avevano seguito una regolare gara. Sempre secondo l'accusa Altieri aveva acquistato pulcini dall'estero, in maniera particolare dalla Francia, ne aveva curato la crescita nelle proprie strutture e poi li aveva venduti all'Atc 3 a 19 euro contro i 9 richiesti dal mercato per gli stessi animali di provenienza estera. L'allevatore ha sempre respinto ogni addebito.

Dopo tre anni dal rinvio a giudizio il Tribunale di Arezzo ha prosciolto Altieri dall'accusa rivoltagli. "Sono soddisfatto della sentenza. Finalmente è stato riconosciuto quanto io affermavo da tre anni".

Articoli correlati