26, Settembre, 2022

Asili nido: dal comune arrivano i contributi alle famiglie per abbattere le tariffe

Più lette

In Vetrina

Contributo del Miur ottenuto dal comune di Reggello partecipando a un bando della Regione Toscana: sarà possibile erogare quindi alle famiglie un contributoa parziale rimborso della spesa sostenuta per la frequenza dei servizi nido. Domande entro il 15 settembre

Arrivano i contributi economici per le famiglie dei bambini che frequentano gli asili nido comunali, convenzionati o privati accreditati, nel comune di Reggello. Per sostenere le famiglie, infatti, l'Amministrazione comunale ha partecipato a un bando della Regione Toscana e ha così beneficiato del contributo del Ministero dell’Istruzione finalizzato alla riduzione delle tariffe per la frequenza ai servizi per la prima infanzia e il potenziamento dei servizi per i bambini. 

Grazie a questa agevolazione, quindi, le famiglie si vedranno rimborsare una parte delle spese sostenute per frequentare l'asilo nell’anno educativo 2019-2020. La somma del rimborso alle famiglie per la riduzione della tariffa sarà calcolato prevendendo una percentuale uguale per tutti, quantificata in misura proporzionale rispetto alla retta corrisposta nell'ultimo mese di frequenza effettiva.

Attenzione andrà prestata al 'doppio bonus': il contributo del comune di Reggello infatti, sommato con il cosiddetto bonus nidi erogato dall'Inps, o altri contributi pubblici, non dovrà superare la somma effettivamente spesa dalla famiglia per il pagamento delle rette mensili dovute per la frequenza dei nidi comunali e convenzionati. Il contributo bonus nidi sarà considerato anche per coloro che, seppure non abbiano presentato la domanda per ottenerlo, avevano comunque i requisiti per farlo.

Il modulo dovrà essere compilato e consegnato entro e non oltre il 15 settembre. Tutte le informazioni sul sito del comune di Reggello. 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati