02, Dicembre, 2022

Approvata la nuova Ztl, comprende tutto l’ovale. L’amministrazione: “Per ora non vengono toccati gli orari di accesso”

Più lette

In Vetrina

La delibera di giunta fissa i confini della Ztl e stabilisce i parcheggi per i residenti. “Resta aperto il confronto con tutto il mondo associativo per eventuali modifiche agli attuali orari provvisori di apertura”, spiega la Giunta. Ma Prima Montevarchi torna all’attacco, e boccia tutto

Eccola la Ztl di Montevarchi, così come disegnata dalla delibera di Giunta che ne ha sancito i confini: è la zona rossa dell'immagine qui sopra, e comprende dunque tutto l'ovale storico della città. Non solo via Roma e piazza Varchi, dunque: dentro ci sono anche piazza Magiotti, via Cennano, via Isidoro del Lungo, via Poggio Bracciolini, via Marzia e infine via Palloni, nel tratto compreso tra via Marzia e via Trieste.

La delibera del 9 febbraio scorso ha anche individuato i parcheggi destinati ai residenti di Montevarchi: sono quelli in verde nell'immagine. Confermati dunque tutti i posti auto già previsti su via IV Novembre, mentre su via Vittorio Emanuele (dietro la ex biblioteca) i posti riservati ai residenti si spostano da sinistra (dov'erano oggi) a destra, rispetto al senso di marcia (e a sinistra vanno invece quelli liberi): si guadagnano così circa 30 posti in più. 

Il documento non tocca, invece, la regolamentazione degli orari di accesso. Non si occupa, quindi, dell'apertura e della chiusura della Ztl, che per ora resta come già prevista a dicembre scorso, anche se in via ancora provvisoria, come recita una nota dell'Amministrazione comunale: "Al momento è stata ampliata solo la Ztl, che da ora in poi riguarderà tutto l’ovale storico, ma non sono stati in alcun modo variati gli orari di accesso alle singole strade e vie dell’ovale che restano gli stessi. In tutta la Ztl deve essere limitata la velocità per garantire la sicurezza di pedoni e biciclette e per il rispetto dell’ambiente. Resta aperto il confronto della Giunta Comunale con tutto il mondo associativo locale per verificare e concordare eventuali integrazioni agli attuali orari provvisori di apertura e alle attuali modalità di accesso alle singole strade che si trovano nel perimetro della Ztl". 

Dal movimento Prima Montevarchi arrivano però le critiche. "La Ztl viene individuata pressoché sul perimetro della mandorla centrale. La decisione viene assunta sul presupposto che i lavori del Piuss sulle strade del centro sono quasi terminati. Terminati? Ci auguriamo che le buche, le pietre dei marciapiedi spaccate, la boiacca essiccata che ha reso le due piazze centrali come dopo una nevicata, non siano da considerarsi 'lavori terminati'. Ma andiamo al dunque. In particolare ci rivolgiamo all'assessore Francini: il Piuss prevedeva la realizzazione di due interventi che dovevano essere la condizione imprescindibile per la realizzazione degli interventi sulle due o tre strade del centro che, per come eseguiti, sono tutt’altro che interventi di sviluppo urbano".

"Si tratta del teatro Impero e del il parcheggio interrato in piazza dell’Antica Gora, un parcheggio da oltre 5 milioni di euro che doveva costituire il silos centrale in cui ospitare tutte le auto allontanate dalla malsana idea di impedire soste e accessi al centro storico. E invece, ecco che hanno tolto i parcheggi dal centro, incasinato tutta la circolazione stradale, incrementato i cartelli vendesi e affittasi su abitazioni ed esercizi commerciali e non hanno fatto le uniche due opere di riqualificazione del centro storico. Infine: il codice prevede anche che si realizzi un  piano urbano del traffico, quello che abbiamo è vecchio di 20 anni ed è stato stravolto da ordinanze spesso contraddittorie; e il consiglio comunale ha impegnato alla redazione di un progetto particolareggiato del centro storico, perché questi sono gli strumenti che armonizzano e rendono sostenibili e consequenziali le scelte". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati