29, Giugno, 2022

Andrea Calò si è dimesso da consigliere: “Continuerò ad impegnarmi per i lavoratori ed il territorio”

Più lette

In Vetrina

Andrea Calò, lascia il consiglio comunale di Reggello dopo essere stato eletto nella rsu dell’Asl 10 per i Cobas. Le due cariche erano incompatibili per un accordo del ’98: “Si è trattata di una scelta difficile ma necessaria a fronte del grande attacco che il mondo del lavoro continua a ricevere”.

Ha rassegnato questa mattina le dimissioni da consigliere. Andrea Calò, lascia il consiglio comunale di Reggello dopo essere stato eletto nella rsu dell’Asl 10 per i Cobas.
 

L’accordo collettivo quadro del 1998 per la costituzione delle RSU per il personale delle pubbliche amministrazioni prevede infatti all’art 9 che la carica di componente della rsu “è incompatibile con qualsiasi altra carica in organismi istituzionali o carica esecutiva in partiti e/o movimenti politici. Il verificarsi in qualsiasi momento di situazioni di incompatibilità determina la decadenza della carica di componente della RSU”.
 
Per questo motivo il consigliere comunale di Rifondazione Comunista Andrea Calò ha rassegnato le proprie dimissioni dal Comune di Reggello , “al fine di ricoprire il ruolo di delegato sindacale Cobas nella nuova RSU in ASL 10 recentemente eletta”.
 
“Si è trattata di una scelta difficile e  complessa con la quale chiudo la lunga  “stagione” del mio impegno politico nelle istituzioni in rappresentanza del Partito della Rifondazione Comunista dentro il quale continuerò a militare” è il commento dell’ormai ex consigliere comunale.
 
Si conclude così un’avventura politica durata quasi 15 anni. Calò è stato consigliere  per due volte nel Comune di Rignano sull’Arno (2002-2007 e 2007-2012), per due volte consigliere provinciale (2004-2009 e 2009-2014), e alle elezioni del 2012 era stato eletto in una a coalizione di sinistra composta  da movimenti e associazioni sociali e ambientalisti  a guida Rifondazione. 
 
Le dimissioni arrivano dopo il risultato ottenuto nelle elezioni del 3,4,5 marzo 2015 con il quale Calò è stato tra i delegati più votati nella ASL 10 nelle file dei Cobas, sindacato che si è piazzato al secondo posto tra le associazioni più votate e che ha portato nel nuovo parlamentino dieci delegati.
 
 La nuova Rsu si insedierà domani: “Si è trattata di una scelta difficile ma necessaria a fronte del grande attacco che il mondo del lavoro continua a ricevere a partite dalle scelte scellerate che il governo Renzi muove , sui diritti e salari, sui contratti e la rappresentanza, sulla flessibilità, esternalizzazioni e precarietà,  bloccando  i contratti,  tagliando , accorpando e dismettendo   ospedali, distretti e servizi territoriali.   Concludo questa esperienza avendo sempre rispettato il mandato conferitomi dagli elettori che anche in questa occasione intendo ringraziare, un saluto alla comunità reggellese al sindaco, al consiglio comunale e a tutti i gruppi consiliari nella certezza che li rivedrò al mio fianco per la difesa della sanità pubblica, del diritto all’assistenza e per la salvaguardia dell’Ospedale Serristori e dei distretti territoriali” conclude l’ormai ex consigliere che ringrazia anche Rifondazione Comunista.
 
Al suo posto dovrebbe subentrare Carlo Fei, che è già stato consigliere a Reggello ed è il primo dei non eletti.

Articoli correlati