08, Dicembre, 2022

Ampliamento del Varchi: pronto il progetto da 5 milioni e mezzo di euro. I lavori da marzo 2023

Più lette

In Vetrina

L’Istituto Varchi di Montevarchi sarà presto dotato di una nuova ala, un ampliamento che comprenderà 5 aule per la didattica, 8 aule per le attività speciali, 2 aule per attività integrative e una nuova biblioteca, oltre agli spazi di connessione e servizi igienici, lasciando inoltre libera la visuale degli alunni verso gli ambienti esterni. Il tutto distribuito in due piani, autonomo dal punto di vista impiantistico ma collegato alla sede principale attraverso una passerella. È il nuovo progetto presentato oggi proprio alla sede del Varchi, dalla presidente della Provincia di Arezzo, Silvia Chiassai Martini, insieme con la dirigente scolastica Chiara Casucci, la dirigente provinciale Elisabetta Dreassi e l’architetto responsabile della progettazione, Papi.

L’ampliamento consentirà finalmente di chiudere la sede dell’ex liceo, edificio situato in fondo a via Marconi e risalente agli anni ’20, che oggi ospita circa duecento studenti ma che è troppo vetusto e avrebbe bisogno di troppi lavori di manutenzione. La nuova ala del Varchi dunque ospiterà quelle classi: si tratta di un intervento che ha un costo di 5 milioni e mezzo di euro: la Provincia aveva già ottenuto un finanziamento da 4 milioni e 700mila euro, ma oggi alla luce dell’aumento dei prezzi il saldo finale è salito. L’ente ha comunque già individuato le risorse necessarie per coprire la parte mancante.

“Sarà un edificio moderno, sicuro, ad elevata efficienza energetica, ad energia quasi zero, capace di accogliere un numero importante di studenti – ha annunciato Chiassai – i miei predecessori da decenni, avevano ignorato le esigenze delle nostre Scuole Superiori, nel caso di Montevarchi gli studenti del Professionale Magiotti continuano a vivere in una struttura vecchia e fatiscente. L’ex liceo non è più in linea con gli obblighi normativi in materia di edilizia scolastica ed impossibile da ristrutturare. Fortunatamente, grazie all’opportunità di un bando ministeriale, abbiamo recuperato un progetto del 2014 che è stato rivisto e candidato ad un bando. L’importo complessivo dei lavori è di 5 milioni e mezzo di euro, il progetto esecutivo è in approvazione, poi procederemo con l’appalto: il lavori inizieranno a marzo 2023. Tutto il complesso verrà realizzato con i più moderni standard costruttivi e sono infatti fermamente convinta che la qualità degli spazi, abbia importanti risvolti sull’efficienza educativa. L’edilizia scolastica ha un ruolo fondamentale nello sviluppo innovativo dell’intera città e questo edificio altamente performante, permetterà di potenziare le attività della scuola, diventando moltiplicatore di occasioni educative”.

“Per noi è un giorno storico – ha detto la dirigente professoressa Chiara Casucci – questo è un progetto nato nel 2014 e fortemente voluto dall’allora preside Migliorini. La Presidenza della Provincia di Arezzo ha dimostrato forte sensibilità per le necessità di questa scuola. Ci tengo a sottolineare che la nuova ala non sarà soltanto per gli studenti che lasciano la sede dell’ex liceo: il Varchi è una scuola, una grande famiglia, e ci saranno contaminazioni tra tutti gli studenti e i docenti, in una nuova sede che sarà la casa di tutta la comunità scolastica”.

 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati