21, Maggio, 2022

Addio a Vittorio Firli, custode della storia rossoblù

spot_img

Più lette

Figura storica per lo sport montevarchino, si è spento ieri sera. Per anni tenne in vita il marchio storico “Cs Aquila 1902” e all’indomani del fallimento del Montevarchi Calcio lo volle donare alla città. Il cordoglio di sindaco e tifosi

È morto ieri sera Vittorio Firli, il più anziano custode della tradizione sportiva di Montevarchi. Se oggi la città vanta una squadra con il nome e il marchio storico "Club Sportivo Aquila 1902" lo si deve soltanto a lui.

Uomo dai modi gentili e signorili, per tutta la vita è rimasto profondamente legato a Montevarchi e alla sua realtà sportiva di cui fin da giovane età fu uno dei principali animatori. Firli è stato l'ultimo presidente del Cs Aquila 1902, la società sportiva dalla quale tutto ebbe inizio più di un secolo fa. Il Montevarchi Calcio, com'è noto, nacque come un figlio della società madre che, da parte sua, continuò a occuparsi di ciclismo. Cessate le attività, Firli non voleva che la ragione sociale storica andasse perduta e per anni si è occupato a sue spese di rinnovare l'affiliazione e di ogni altra incombenza burocratica. Tutto, pur di tenere vivo il Cs Aquila 1902.

All'indomani del fallimento del Montevarchi Calcio fu il primo a mostrarsi ottimista mentre buona parte della città perdeva le speranze. L'11 novembre 2011, durante l'assemblea pubblica convocata dal sindaco Francesco Maria Grasso per studiare i possibili scenari futuri, Firli prese la parola e disse: "Probabilmente sono il più vecchio in sala, ho visto il Montevarchi quando giocava in sette perché di più non ci si entrava in campo. Nella storia ci siamo sempre rialzati dopo le difficoltà, ma non eravamo mai arrivati a questo punto. C'è bisogno di tirarsi su le maniche per far volare di nuovo l'Aquila". Detto questo, annunciò di voler donare alla città il marchio storico da lui custodito. Lo fece sembrare un gesto piccolo e spontaneo, una cosa normale. Davanti all'entusiasmo di quel 90enne, in un attimo tutti capirono di potercela fare. Un mese dopo, il 10 dicembre, firmò l'atto che sanciva il passaggio del club all'amministrazione comunale. Da allora ha assitito alle partite del club ogni volta che ha potuto.

"Oggi ci ha lasciato un grande persona: Vittorio Firli", scrive il sindaco Grasso sul suo profilo Facebook. "Condoglianze sentite a tutta la Sua famiglia ed in particolare al fratello Carlo Firli da parte della mia persona a nome di tutta Montevarchi. Ringrazio Vittorio per avermi onorato della Sua amicizia e di aver conservato a favore della Città di Montevarchi i colori ed il nome della Cs Aquila 1902 Montevarchi. Da Sindaco posso dire che caro Vittorio rimarrai nella storia di questa Città e tutte le nuove generazioni sportive e non sportive dovranno ricordare il Tuo nome per il fatto che grazie a Te i montevarchini potranno utilizzare per sempre i colori, il simbolo ed il nome della Cs Aquila 1902 Montevarchi dal 2011 depositato in Comune nelle mani del Sindaco. Buona strada caro Vittorio nella pace eterna".

"Custode della nostra storia, gentiluomo del calcio come non ne nasceranno più. Ci lascia Vittorio Firli, la Sud gli rende merito", lo salutano i tifosi della Curva Farolfi.

Articoli correlati