28, Giugno, 2022

27 gennaio, Giorno della Memoria: le celebrazioni in Valdarno

Più lette

In Vetrina

Ecco tutti gli appuntamenti organizzati in Valdarno per celebrare la ricorrenza del Giorno della Memoria, istituita dall’Onu nel 2005 per la commemorazione delle vittime dell’Olocausto

Nel 2005 l’Onu ha designato il 27 gennaio come Giorno della Memoria per la commemorazione delle vittime dell’Olocausto. La data venne scelta poiché il 27 gennaio 1945 le truppe dell'Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz, rivelando la realtà degli stermini nazisti.
Come tutti gli anni, nel corso di questa settimana anche in Valdarno i comuni, le istituzioni e le associazioni hanno organizzato vari eventi per l’occasione.

A Faella il gruppo dei giovani di “Guardare Oltre” del Comune di Castelfranco Piandiscò ha organizzato per lunedì 25 gennaio la proiezione del film “Il Pianista” di Roman Polański, uno dei più celebri lavori dedicati alla Shoah e alle sofferenze discriminatorie subite dagli ebrei  in quegli anni.  La proiezione si terrà nella Sala Consiliare G. Zenone alle ore 21.00. L’ingresso è gratuito.
 
Cavriglia celebrerà il Giorno della Memoria con tre iniziative: la prima mercoledì alle ore 10 presso il Museo Mine di Castelnuovo dei Sabbioni  con la proiezione del film “Ogni cosa è illuminata” di Liev Schreiber, tratto dall’omonimo romanzo di Jonathan Safran Foer, riservata agli studenti delle Scuola Secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo “Dante Alighieri”.
La seconda iniziativa è in programma domenica 7 febbraio: la tradizionale "Camminata della Memoria", promossa dall'Amministrazione Comunale in sinergia col Museo Mine e l'Associazione Culturale “Meleto vuole ricordare”. La camminata prenderà il via da Castelnuovo dei Sabbioni alle ore 9 davanti al Sacrario dell'Antico Borgo tra testimonianze e canti a cura di Materiali Sonori. Il percorso di cinque chilometri si chiuderà a Meleto dopo aver toccato alcuni dei luoghi degli eccidi nazifascisti che colpirono la comunità cavrigliese nel luglio del 1944.
L’ultimo appuntamento sarà sabato 13 febbraio con l’inaugurazione della mostra “Piero Sadun 1938 – 1948. Genesi di un'artista” alle ore 18.30 al Museo Mine. In mostra le opere dell'artista di origine ebrea nato a Siena e considerato uno dei massimi esponenti della pittura del '900, che riuscì a sfuggire dal rastrellamento nazista degli ebrei e trascorse i durissimi anni delle Resistenza combattendo a fianco dei Partigiani nell'aretino. 
 
L’amministrazione comunale di Laterina ha disposto per mercoledì sera lo spegnimento dell’illuminazione pubblica dalle ore 21 alle ore 21.30.
Inoltre sabato 30 gennaio alle ore 21.15 sul palco del teatro comunale si esibirà la Casa del Vento con la presenza di Francesco “Fry” Moneti  (violinista dei Modena City Ramblers) per un concerto combat-rock-folk.
L’evento di ricordo con i ragazzi delle scuole, invece, è stato organizzato la settimana scorsa con il concerto-testimonianza di Piero Nissim, che ha ricordato l'impegno e il coraggio del padre Giorgio, Medaglia d'Oro al Valor Civile per aver salvato centinaia di ebrei. 
 
Si svolgeranno due eventi per il Giorno della Memoria a Montevarchi. Mercoledì alle ore 9.45 presso l’Auditorium Comunale si terrà lo spettacolo teatrale “Avevate promesso” (I ragazzi della guerra) per gli studenti della terza media. Lo spettacolo è stato organizzato dal Forum della Cooperazione e della Pace e dall’Associazione Culturale Masaccio.
Sabato 30 gennaio alle ore 16.30 il Cassero per la scultura di Montevarchi organizzerà il reading “Resistere per l’Arte” tratto dal libro di Alessia Cecconi, a cura di Fondazione CDSE e Altroteatro. Inoltre sarà presentata la scultura “Prigioniero politico” di Timo Bortolotti (1884-1954
 
Il comune di Pergine ha in programma mercoledì sera la presentazione del libro “Uno su mille. Cinque famiglie ebraiche durante il fascismo” di Alexander Stille al Centro Culturale di Memorie e Contemporaneità alle ore 21. La serata è curata da Alberto Cannoni, Andrea Mori e Massimo Zanoccoli. 
 
La commemorazione a Reggello si svolgerà mercoledì alle ore 10 nella sala del Consiglio comunale con la testimonianza di Dante Rabatti, internato nei campi di concentramento nazisti. Durante la mattinata saranno presentati testi e letture realizzate dai ragazzi delle terze classi della Scuola Secondaria di Primo Grado M.Guerri dell’Istituto Comprensivo di Reggello.

A Rignano due gli appuntamenti in programma: mercoledì mattina alle ore 10.30 sarà ricordata la famiglia Einstein presso il cimitero de La Badiuzza, in località Troghi, alla presenza delle autorità locali, dei rappresentanti delle comunità religiose e degli studenti delle scuole medie.
Domenica 31 gennaio anteprima del videodocumentario “Storie di coraggio e responsabilità”, curato dall’antropologa culturale dottoressa Giovanna Gaudio, con la regia e il montaggio di Francesca Pasqua. L’evento, organizzato in collaborazione con la Comunità Ebraica di Firenze, si terrà alle ore 17 presso la Sala Consiliare.

A Terranuova mercoledì sera alle ore 21 sarà proiettato il documentario "Roger Waters. The wall" all'auditorium Le Fornaci, a cura di Valdarno Culture e Macma.
 

Articoli correlati