28, Giugno, 2022

Giornata della Memoria: tante iniziative per non dimenticare

Più lette

In Vetrina

La Giornata è stata proclamata nel 2005. Tante le iniziative organizzate in Valdarno per commemorare le vittime dell’Olocausto.

27 gennaio 1945: le truppe dell'Armata rossa liberano il campo di concentramento di Auschwitz. Quando i cancelli si aprono il mondo conosce l'orrore che vi è stato consumato. Il primo novembre 2005 una risoluzione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite stabilisce che quel giorno sarà celebrato come Giornata della memoria per ricordare tutte le vittime dell'Olocausto. Tante le iniziative organizzate in Valdarno aretino e fiorentino particolarmente rivolte ai giovani.

San Giovanni

Il Comune in collaborazione con Valdarno Cinema ha organizzato un’iniziativa rivolta agli studenti delle scuole secondarie di primo grado lunedì 29 gennaio presso il Cinema Masaccio a partire dalle 9.30. Verrà proiettato il film “Concorrenza sleale” di Ettore Scola. La pellicola sarà introdotta e analizzata dal Prof. Luigi Nepi, docente di critica cinematografica presso l’Università degli Studi di Firenze, che presenterà un excursus sul rapporto tra cinema e Shoah.

 

Cavriglia

La prima iniziativa per ricordare la “Shoàh” è in programma sabato 27 gennaio quando si rinnoverà l'appuntamento con la "Passeggiata della Memoria", evento promosso dall'Amministrazione comunale in sinergia col Museo Mine e l'Associazione Culturale “Meleto vuole ricordare”. La camminata partirà dal monumento ai Caduti di Meleto con ritrovo fissato per le 9. Il percorso si chiuderà al Museo MINE nell'antico borgo di Castelnuovo dei Sabbioni dopo aver "toccato" alcuni dei luoghi dove vennero perpetrati gli eccidi nazifascisti che colpirono la comunità cavrigliese nel luglio del 1944. Quest'anno l'evento coinvolgerà anche alcune classi dell'Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” per sensibilizzare i giovani sul significato degli eventi che il passato ci ha lasciato in eredità. La passeggiata sarà animata grazie alla partecipazione dei musicisti Marco Badiali e Giammarco Lovari.

La settimana successiva, venerdì 2 febbraio, le celebrazioni promosse dall'Amministrazione Comunale si sposteranno a Teatro con lo spettacolo “Bartali: prima tappa”, dedicato alla figura di Gino Bartali, ciclista toscano nato a Ponte a Ema che negli anni dell'Olocausto rischiò la propria vita per salvare quella di 800 perseguitati nei campi di concentramento nascondendo documenti falsi nella canna della propria bicicletta.

Terranuova

Domenica 28 gennaio alle 21:15 all’auditorium Le Fornaci si terrà lo spettacolo a cura di Kanterstrasse “La Grande Menzogna”. Il lavoro metterà in luce cosa ha significato per la cittadinanza tedesca il passaggio al nazionalsocialismo, ovvero l’avvento al potere del partito nazista. Il cambiamento nelle libertà principali, la censura, il sospetto. Altra tematica sarà quella del contenuto dei discorsi di A.Hitler alla nazione Tedesca, la sua potenza comunicativa, la tecnica comunicativa e la sua presa sulla popolazione.

Montevarchi

Venerdì 26 gennaio, ore 18.00 alla Ginestra Fabbrica della Conoscenza. Introduzione e dibattito sul libro I volenterosi carnefici di Hitler, di Daniel Goldhagen. Conduce Massimo Zanoccoli (Associazione Amici della biblioteca). Daniel J. Goldhagen ripropone l'inquietante interrogativo di come abbia potuto il popolo tedesco, una delle grandi nazioni della civile Europa, compiere il più mostruoso genocidio mai avvenuto. Esaminando le figure degli «esecutori» e l'antisemitismo radicato nella società tedesca fra il 1933 e il '45, Goldhagen dimostra che i responsabili dell'Olocausto non furono solo SS o membri del partito nazista, ma tedeschi di ogni estrazione sociale, uomini e donne comuni che brutalizzarono e assassinarono gli ebrei per convinzione ideologica e per libera scelta, senza subire pressioni psicologiche o sociali. 

Sabato 27 gennaio, ore 10.00 alla Ginestra Fabbrica della Conoscenza. Proiezione del film "Train de vie" di Radu Mihaileanu. Conduce Eugenia Romano, esperta di Cinema. Con la partecipazione di alcune classi dell'ISIS B. Varchi.Train de vie È un film allegorico che coniuga la commedia al dramma e ben rappresenta le vittime (non solo ebrei ma anche zingari). Alle 17.00 al Cassero per la Cultura presentazione del volume “Timo Bortolotti (1884-1954). Le sculture, i disegni e il Fondo documentario dell’artista”.

Domenica 28 gennaio ore 17.00 al Cassero Per la Scultura performance teatrale dal titolo "Cantico dei cantici" a cura di Diesis Teatrango e DIMA associazione culturale. 

Figline Incisa

In un'unica data la Giornata della Memoria e il Giorno del Ricordo, quest'ultimo evento per ricordare la tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.

Il 29 gennaio gli studenti delle scuole secondarie di primo grado della città parteciperanno alla proiezione di un film a tema e incontreranno le istituzioni locali al Cinema Nuovo di Figline. Ad esser proiettato sarà “Il viaggio di Fanny” , il film drammatico di Lola Doillon, uscito nelle sale cinematografiche il 26 gennaio 2017 e incentrato sulla storia autobiografica di una dodicenne ebrea (oggi 80enne), che riuscì a salvare se stessa e altri bambini dalla persecuzione nazista, scappando all’estero e separandosi dalla sua famiglia.

Reggello

L'amministrazione comunale ha indetto un consiglio comunale straordinario aperto al pubblico e agli studenti sabato 27 gennaio alle 10.00.

Rignano

Venerdì 26 Gennaio alle 10.30 al Cimitero della Badiuzza si terrà la commemorazione dell’eccidio della famiglia Einstein. Parteciperanno le Istituzioni e i ragazzi della scuola secondaria di primo grado del capoluogo

Sabato 27 Gennaio Circolo A.R.C.I. del Cellai alle 17.15 presentazione del libro “Le eredità di  Vittoria Giunti” a cura dell'autore Gaetano Alessi, alle 18.30 intervento musicale del cantautore Pietro Sabatini, alle 21.00 presentazione sito www.mafiesottocasa.com.

 

 

 

Articoli correlati